Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla differenza tra limone e cedro, due agrumi apparentemente uguali che in realtà nascondo peculiarità .

Secondo il parere di molti, non c’è differenza tra limone e cedro. In realtà, pensarla così è molto sbagliato. Tra questi due agrumi che, solo apparentemente, sembrano essere molto simili, ci sono molte diversità. Innanzitutto, i due ingredienti si differenziano per le loro origini. A guardarli più da vicino, poi, anche il loro aspetto è molto differente – se non fosse per la stessa tonalità di colore, che è il principale dettaglio che inganna. Inoltre, c’è anche il loro sapore che li diversifica. Insomma, bisogna analizzare tutte le differenze tra limone e cedro, per capire di cosa si sta parlando.

10 ricette per arrivare pronti alla prova costume

Differenza limone e cedro
Differenza limone e cedro

La differenza tra limone e cedro: origini e caratteristiche

Le differenze tra questi due ingredienti partono dalle loro origini. Secondo alcune testimonianze, il cedro sarebbe stato importato dal popolo ebraico nelle zone del Mediterraneo, diffondendosi rapidamente. Il limone, invece, ha origini incerte e lontane e, secondo l’ipotesi più accreditata, avrebbe avuto origine in Cina, dalla quale è stato importato nell’Impero Romano.

Ma come riconoscere gli agrumi? Questi due possono differenziarsi per il loro aspetto. Il limone ha una scorza non molto spessa, il cui colore può assumere varie sfumature, dal verde al giallo brillante. La polpa costituisce quasi tutta la grandezza di questo ingrediente e ha un sapore abbastanza aspro, mitigato da un retrogusto dolce/salato. Il cedro ha una forma bitorzoluta e grezza, con una scorza molto spessa e irregolare, che insieme alla polpa ha un sapore più amarognolo.

Stessa famiglia ma diverse proprietà del limone e del cedro

Nonostante le tante differenze, entrambi questi agrumi appartengono alla famiglia delle Rutacee; essi sono classificati all’interno del genere Citrus, di cui il vero capostipite è il cedro. In linea generale, possiedono sostanze nutritive simili. Entrambi contengono un’alta quantità di vitamina C e sali minerali, come calcio, ferro, fosforo. Per le proprietà del cedro, ci sono un alto contenuto di flavonoidi e solamente 11 cal per 100 g. Tra le proprietà del limone ci sono anche vitamine dei gruppi A e B, magnese e glucosio.

Che differenza c’è tra limone, lime e cedro

Altrettanto simile e altrettanto differente è il lime. Questo agrume ha dimensioni inferiori rispetto agli altri due e il suo colore è diverso: prettamente verde. Con una forma tondeggiante, ha una polpa con un sapore più aspro, rispetto al limone che è più amarognolo. Il lime si caratterizza per un contenuto al 6% di acido citrico e una quantità molto inferiore di vitamina C.

Ecco tutti i segreti sulle differenze tra frullato e centrifugato.

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 10-07-2022


Farina scaduta? Ecco cosa fare

Idee e ricette per utilizzare i tuorli avanzati