Ingredienti:
• 300 g di farina di farro
• 2 uova biologiche
• 100 g di nocciole
• 80 g di miele
• 1 cucchiaino di bicarbonato
• 50 ml di olio extra vergine d'oliva
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 10 min
cottura: 20 min

Prepariamo insieme la Csenta. Il dolce che arriva dal medioevo vercellese.

Quando si parla di dolci, vale davvero la pena provarne il più possibile. Si tratta infatti di ricette che spesso arrivano dalla tradizione e che, altre volte, possono offrire spunti interessanti sia per quanto riguarda nuove preparazioni che dal semplice punto di vista del gusto. La Csenta (che nel dialetto stretto del Piemonte significa proprio torta) non è un’eccezione. Si tratta infatti di un dolce che arriva direttamente dal medioevo e che fa parte della tradizione vercellese. Un dolce semplice e a base di pochi ingredienti genuini che, messi insieme, riescono a donarle un sapore davvero unico.

Prepararla sarà come fare un tuffo nel passato. E tutto, per un dolce ottimo da gustare sia a colazione che in qualsiasi altro momento della giornata.

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

torta csentia
torta csentia

Preparazione della ricetta della torta Csenta

  1. Iniziate a realizzare la vostra torta medievale prendendo una ciotola e inserendo al suo interno la farina, le uova e il bicarbonato, mescolandoli per bene. Se non volete usare il bicarbonato, potete usare anche del normale lievito per dolci. In tal caso ne basterà una bustina.
  2. Aggiungete nella ciotola il miele, e l’olio mescolando ancora.
  3. Ora tritate per bene le nocciole e aggiungetele nel composto. Se volete potete tostarle in padella per ottenere un sapore ancora più intenso.
  4. Mescolate il tutto in modo da ottenere un composto omogeneo e coprite la ciotola con un canovaccio facendola riposare per almeno mezz’ora.
  5. Trascorso il tempo, versate il composto in uno stampo da torta dal diametro di 22 cm e fate cuocere il tutto in forno preriscaldato a 180°C per 20 minuti e fin quando la torta non apparirà ben dorata.
  6. Fate la prova stecchino per assicurarvi della cottura del dolce e se ancora indietro prolungatelo per altri 5 minuti. Il tempo di cottura può infatti variare da forno a forno.
  7. Una volta pronta, estraetela, fatela raffreddare e servitela.

Conservazione

Questo dolce si può conservare per 2 o 3 giorni purché riposto in frigo e all’interno di una campana di vetro o di plastica.

Se questa ricetta vi è piaciuta, provate anche quella della torta quattro quarti!

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2023 - DV

Torte

ultimo aggiornamento: 28-11-2022


La torta marmorizzata è una gioia per gli occhi e per il palato: ecco la ricetta!

Assaggiamo i deliziosi carfogn, ripieni di cioccolato e semi di papavero