Ingredienti:
• 200 ml di caffè
• 70 g di cacao amaro in polvere
• 300 ml di acqua
• 100 g di zucchero semolato
• 200 ml di latte fresco intero
• panna montata q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 10 min
cottura: 20 min

Con un particolare miscuglio di ingredienti, la barbajada è una bevanda fredda originaria di Milano.

Le origini di questa ricetta risalgono ai primi anni del secolo scorso. In quel di Milano, il fondatore della Scala Domenico Barbajada diede inizio a una lunga tradizione. Per errore – come si racconta – mescolò caffè, latte, acqua e cacao in un’unica preparazione. Il risultato fu una curiosa ma buonissima bevanda. Una scoperta completamente dolce che, in poco tempo, conquistò tutta la città, diventando la più richiesta. Nel corso degli anni, questa ricetta ha avuto sempre meno diffusione. Tuttavia, non si può non provarla almeno una volta nella vita.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Barbajada
Barbajada

Preparazione della barbajada

  1. Il primo passaggio è preparare un buon caffè. Mettete da parte 200 ml di questo, che dovete utilizzare successivamente.
  2. In una ciotola ampia, versate lo zucchero e unite il cacao amaro in polvere. Mischiate i due ingredienti con una frusta a mano.
  3. Aggiungete l’acqua a filo e mescolate, facendo sciogliere tutti i grumi.
  4. Trasferite questo composto in un pentolino con fondo antiaderente e fate cuocere a fiamma bassa.
  5. Quando arriva a bollore, togliete (momentaneamente) il pentolino dal fuoco. Aggiungete il latte e la quantità di caffè, messa precedentemente da parte.
  6. Rimettete il tutto sul fuoco e mescolate per fare addensare gli ingredienti. Una volta arrivato a bollore, lasciate sul fuoco per altri 15 minuti.
  7. Trascorso questo tempo, la bevanda è pronta e potete distribuirla in bicchieri o tazze. Spruzzate della panna montata sulla superficie e guarnitela nel modo che più preferite.

Conservazione

Una volta terminata la ricetta per la barbajada, potete gustarla subito. Può essere consumata sia calda, appena terminata la preparazione, sia fredda. In questo secondo caso, potete farla raffreddare a temperatura ambiente. Tuttavia, ricordate di consumarla subito dopo averla preparata. Al massimo, potete conservarla per poche ore, fuori dal frigo.

Se desiderate una bevanda altrettanto fresca e gustosa, provate il fantastico frappuccino!

0/5 (0 Reviews)

ultimo aggiornamento: 25-09-2021


Schiacciata con l’uva: la particolare focaccia dolce alla fiorentina

Mousse di castagne: il dolce al cucchiaio più buono dell’autunno