Sapete come si prepara il caffè greco? Si tratta di una particolare e amata bevanda, che ha alcune differenze rispetto a quello italiano.

Il caffè è un aroma presente in tutto il mondo e proprio a livello globale è una delle cose che accomunano le varie popolazioni. Prendere un caffè è ormai un rituale che va da nord a sud, da est a ovest, un’abitudine che coinvolge appassionati di ogni età. Se in Italia sono tanti coloro che non possono rinunciare a una “pausa caffè” e che rimangono fedeli alla tazzina di caffè giornaliera, questa viene preparata anche in altre parti del mondo.

Molti italiani possono storcere il naso all’assaggio di un caffè americano e, probabilmente, questo può accadere anche con aromi preparati in altri Paesi. Se l’Italia è la patria del “buon caffè”, questa bevanda è molto amata anche in Grecia. Vediamo, quindi, come si fa il caffè greco, che potete assaggiare anche nei tipici “kafenion“.

10 ricette per tenersi in forma

Caffè greco
Caffè greco

Caffè greco: cos’è e cosa lo differenzia

Nonostante siano chiamati in modo diverso, c’è da precisare che il caffè greco è uguale al caffè turco. Rispetto a quello italiano, invece, vi sono tante differenze. Innanzitutto, la bevanda greca è più lenta e viene preparata secondo una cottura diversa. Lo strumento tipico, usato per prepararlo, è il briki: un piccolo pentolino con un lungo manico, solitamente fatto in rame. Grazie alla sua particolare forma, più ampia sul fondo, si ha una migliore distribuzione del calore e i residui di caffè possono depositarsi con facilità.

La caratteristica principale di questa bevanda greca è la presenza delle spezie. Usarle è facoltativo ma anche molto comune tra gli appassionati greci. Tra questi ingredienti, le più usate sono la cannella, che rende dolce l’aroma, e il cardamomo, che lo rende più audace.

Preparazione della ricetta per il caffè greco

Come già anticipato, una prima differenza tra la bevanda fatta in Italia e quella fatta in Grecia risiede nello strumento usato. Il briki non è molto simile alla nostra moka. Inoltre, per ricreare il prodotto tipico vanno usate delle spezie, che arricchiscono di sapore una bevanda più liquida.

Ingredienti per 2 porzioni

  • 4 cucchiaini di caffè macinato
  • 2 bicchieri di acqua
  • zucchero q.b.
  • cannella q.b.
  • cardamomo q.b.

Per prima cosa, versate l’acqua nel briki, o nel pentolino che utilizzate per la preparazione. Versate il caffè macinato nel liquido e mescolate con un cucchiaino. A questo punto potete scegliere se aggiungere lo zucchero e quanto aggiungerne.
Fate cuocere sul fornello, a fuoco lento, fino a quando arriva a bollitura. Quando appare una schiuma densa e scura in superficie, la cottura può terminare. Versate il caffè nelle due tazzine e fate riposare il liquido per circa 2 minuti; successivamente, potete gustarlo.

Conservazione

Potete conservare il caffè greco nelle condizioni che valgono per quello italiano. Bisogna preferire un luogo fresco e asciutto, lontano da fonti di calore, per 2 giorni; in caso di giornate calde, potete metterlo in frigo, ma chiuso in un contenitore.

Ecco una pratica guida su come fare il caffè con la moka.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 08-10-2022


Biscotti all’uvetta: una morbidezza tutta nutriente

Prinsesstårta, o torta della principessa, è il dolce più soffice di tutta la Svezia!