Ecco due facili modi per preparare le castagne secche, in casa, e conservare il loro gusto a lungo.

Buone da mangiare da sole o da includere in tante ricette autunnali, questo ingrediente è amato da molti. Due semplici metodi permettono di avere delle perfette castagne secche. Un modo per conservare il loro sapore e la loro consistenza a lungo? Non basta altro che farle essiccare. Tutto questo è possibile grazie all’aiuto del sole o del forno. In entrambi i casi, servono solamente delle castagne perfettamente integre, la cui buccia deve essere priva di lesioni o muffe. Con pochi sforzi, avrete un risultato eccellente!

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Castagne secche
Castagne secche

Come si fanno le castagne secche al forno

  1. Per essiccarle in forno, è indispensabile farle prima bollire. Riempite una pentola con acqua e versatele al suo interno, lasciandole cuocere per 20 minuti.
  2. Trascorso questo tempo, provvedete a togliere la buccia dalle castagne bollite.
  3. Disponetele su una teglia, lasciandole distanziate.
  4. Fate cuocere in forno a 200°C per circa 2 ore (in base alla grandezza delle castagne).
  5. Una volta fatto, distribuitele su un canovaccio e lasciatele asciugare per 48 ore, a temperatura ambiente.

Come essiccare le castagne al sole

  1. Per un risultato ancora più naturale, potete utilizzare i raggi solari. Come prima cosa, pulite le castagne crude e togliete la buccia.
  2. Disponetele su una teglia o una grata e lasciatele esposte al sole per alcuni giorni.
  3. Rimescolatele al mattino e alla sera, in modo che il risultato sia uniforme. In ogni caso, ricordate di tenerle in casa nelle ore serali.
  4. Il tempo di essicazione varia in base alla temperatura della città. Se ci sono giornate molto calde e soleggiate bastano pochi giorni, anche meno di 1 settimana. In luoghi umidi e con poco sole, invece, sono necessarie fino a 6 settimane.

Conservazione

Le castagne secche si possono conservare anche per diversi mesi se riposte in luogo fresco e asciutto e all’interno di contenitori con coperchio a chiusura ermetica.

Ricette con le castagne secche

Una prima idea a base dolce è la preparazione delle castagne sciroppate. Dopo averle essiccate, lasciatele in ammollo in acqua per 2 ore. Poi, trasferitele in una pentola con altra acqua pulita e una foglia di alloro e fate bollire per 1 ora. In un’altra pentola, preparate lo sciroppo versando acqua e zucchero (in uguali dosi) in un altro pentolino. Fate cuocere per 15 minuti, mescolando. Una volta pronto, mettete le castagne in vasetti con chiusura ermetica e ricopritele con lo sciroppo. Fateli bollire, dopo averli riempiti, per creare il sottovuoto.

Un’altra imperdibile ricetta con le castagne secche è quella che prevede di bollirle nel latte. Lasciatele in ammollo per 2 ore in acqua e, poi, trasferitele in una pentola con mezzo litro di latte e mezzo litro di acqua (per 300 g di castagne). Fate cuocere per 2 ore, dal momento in cui raggiunge il bollore, e fate riposare a fuoco spento.

Le castagne al vino rosso sono ancora più semplici da preparare. Versate la frutta secca in una pentola piena di acqua, spezie a piacere, zucchero e vino rosso. Fate cuocere per 2 ore, da quando comincia a bollire.

ultimo aggiornamento: 09-10-2021


Ecco tutto ciò che c’è da sapere sulla differenza tra whisky e whiskey

Latte di mandorla: la ricetta e tutte le caratteristiche