Ingredienti:
• 200 g di mandorle
• 900 ml di acqua
• 70 g di miele
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 10 min
cottura: 00 min
kcal porzione: 132

Siete amanti incalliti del latte di mandorla? Ecco la ricetta per prepararlo in casa senza cottura, tutti i benefici e le proprietà.

Il latte di mandorla è un prodotto che sta riscuotendo sempre più successo. Uno dei suoi vantaggi sta nel fatto che si tratta di un componente di origine completamente vegetale. Una bevanda molto leggera e che può essere essenziale per chi soffre di particolari intolleranze e non può assumere il latte vaccino. Questo nuovo ingrediente si prepara utilizzando solo mandorle, una frutta secca dalle molte proprietà benefiche per l’organismo.

Prepararlo in casa è molto semplice, perché la sua ricetta non prevede cottura. Può essere gustato da solo, perché è un’ottima bevanda fredda, con cui arricchire il proprio spuntino. Inoltre, può essere anche impiegato in una varietà di preparazioni a base dolce, come torte e altri dessert arricchiti del naturale sapore della frutta secca.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Latte di mandorla
Latte di mandorla

Preparazione della ricetta per il latte di mandorla

  1. Per cominciare, mettete in ammollo la frutta secca. Versate 450 ml di acqua in una ciotola ampia e mettete all’interno le mandorle, sbucciate e senza pellicina.
  2. Lasciatele così per almeno 1 ora o più. Se non avete fretta, potete lasciarle in ammollo per 6 ore o anche tutta la notte.
  3. Trascorso questo tempo, trasferite il tutto nel recipiente del mixer e frullate.
  4. Aggiungete i restanti 450 ml di acqua al composto e anche il miele.
  5. Frullate ancora per ottenere un composto omogeneo e liquido, ma abbastanza denso.
  6. Filtrate questa cremina attraverso un colino a maglie strette.
  7. In questo modo, fate cadere la parte liquida in un recipiente pulito, mentre la parte più solida viene trattenuta.
  8. Ricoprite il recipiente in cui c’è il liquido con pellicola trasparente e trasferitelo in frigo.
  9. Tenetelo a riposo per almeno 1 ora, prima di poterlo gustare o servire.

Conservazione

Dopo aver compreso come fare il latte di mandorle, ricordate di agitare il contenitore in cui lo conservate, prima di gustarlo. Potete conservarlo in frigo, in un recipiente con tappo termico per massimo 4 giorni.

Benefici del latte di mandorle e proprietà

Questo prodotto è dotato di una lunga lista di proprietà benefiche per l’organismo. Ciò è possibile perché il suo ingrediente, ovvero la mandorla, contiene molte sostanze che fanno bene al corpo. Una di queste è la vitamina A, utile per la vista e come proprietà anti-tumorale, perché potrebbe aiutare a prevenire il tumore al seno o alla pelle. Al suo interno c’è anche la vitamina E, un antiossidante che aiuta a combattere l’invecchiamento cellulare, mentre la vitamina B2 rinforza la cute capillare e idrata la pelle.

La frutta secca e il suo latte contengono un elevato apporto di fibre naturali, che favoriscono il funzionamento intestinale. La bevanda è molto leggera, in quanto facilmente digeribile, e contiene l’acido linoleico Omega-6, che regola l’assorbimento di zuccheri e mantiene regolare il livello di colesterolo nel sangue. Infine, è anche un alleato delle ossa, perché il calcio e le vitamine A e D ne aiutano il corretto sviluppo e riducono il rischio di osteoporosi.

Una bevanda altrettanto salutare, ma base di latte, è il kefir.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2021 - DV

ultimo aggiornamento: 15-10-2021


Castagne sciroppate: la conserva autunnale più golosa

Bûche de Nöel… ed è subito festa!