Non sempre è facile capire come caricare la lavastoviglie. Ecco una piccola guida sull’ordine da rispettare per i ripiani inferiore e superiore.

Capire come caricare la lavastoviglie è fondamentale. Molto spesso, la buona riuscita di un lavaggio dipende proprio dal modo in cui si dispongono i vari oggetti. Questo elettrodomestico è fondamentale in cucina e costituisce un sostanziale aiuto, per evitare sprechi domestici e di tempo. Tuttavia, è essenziale sapere cosa mettere e cosa no al suo interno e, soprattutto, come ordinare le varie stoviglie. A tal fine, ecco una piccola e pratica guida che descrive come utilizzare il ripiano superiore e quello inferiore e come non mettere gli oggetti nella lavastoviglie.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Come caricare la lavastoviglie
Come caricare la lavastoviglie

Come caricare la lavastoviglie: cosa mettere

In linea generale, quasi tutti i tipi di stoviglie possono essere inseriti in questo elettrodomestico. I vari oggetti resistono alle alte temperature e al forte getto d’acqua, durante il lavaggio. Comunemente, possono essere lavati e igienizzati i bicchieri in vetro che, però, devono essere posizionati distanti da tutto il resto, perché a un eventuale urto potrebbero rompersi. I piatti in ceramica e porcellana non devono avere decorazioni, mentre i contenitori devono essere in plastica dura. Ogni tipo di posata d’acciaio può essere riposta nell’apposito cestino e lavata.

Cosa non mettere nell’elettrodomestico

Prima di cominciare ad usare la lavastoviglie è utile sapere cosa non si deve inserire. A questo tipo di lavaggio, ad esempio, non sono adatti i cucchiai, taglieri e altri utensili in legno, che possono rovinarsi alle alte temperature. Ugualmente inadatti sono i bicchieri di cristallo, in quanto sono molto fragili, i barattoli in latta e i contenitori in PET. Per quanto riguarda le pentole e le padelle, anche in questo caso ci sono delle differenze: non sono infatti adatte a questo lavaggio quelle antiaderenti o in pietra ollare.

Un altro dettaglio da ricordare è quello di non mettere mai piatti o bicchieri sporchi o con residui di cibo (pensate a una ricca lasagna o una golosa torta al cioccolato e panna. Bisogna sempre passare le stoviglie con molto sporco sotto l’acqua corrente.

Cosa mettere nel ripiano superiore della lavastoviglie

Solitamente, i bicchieri vanno messi nel ripiano più alto. Questa è la parte riservata agli oggetti più delicati per i quali, in alcuni modelli, ci sono cassetti indicati per ordinarli. In altri modelli, invece, è possibile trovare questo cassetto apposito nel ripiano inferiore. In generale, però, si possono distribuire nella parte alta.

Che siano bicchieri ordinari, da usare quotidianamente, o particolari, come quelli da vino, vanno messi sempre a testa in giù. Per tipologie molto più particolari, come i flute, non sempre può esserci lo spazio adatto e, in questo caso, bisogna evitare di inserirli.

Cosa mettere nel ripiano inferiore

Nel ripiano in basso c’è spazio per il cestello dedicato alle posate. Ricordate, inoltre, di inserire i coltelli sempre a testa in giù, perché potrebbero urtare altri oggetti e graffiarli. In questo ripiano, poi, vanno messe anche le stoviglie più ingombranti. Quelle più sporche vanno messe sempre al centro, perché in questa parte il getto d’acqua è più caldo e potente e riesce a lavarle meglio. In questo ripiano potete posizionare piatti, padelle e pentole, tutti a debita distanza, per permettere il passaggio di acqua e sapone.

Ad ogni modo, ricordate sempre di non caricare troppo la lavastoviglie, ma di inserire la giusta quantità di oggetti. Questo elettrodomestico è utile anche per lavare cose che non pensereste mai di poter inserire.

ultimo aggiornamento: 19-08-2021


Storia dei corn flakes: ecco perché sono stati inventati

Meglio la margarina o il burro? Ecco le differenze e tutto ciò che c’è da sapere