Ingredienti:
• 150 g di farina 00
• 1 uovo
• 50 g di fecola di patate
• acqua fredda q.b.
• 500 g di gelato
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 10 min
cottura: 5 min
kcal porzione: 450

Oggi prepariamo il gelato fritto con la ricetta originale “cinese”: se escludete il tempo di riposo, è pronto in 15 minuti!

La ricetta del gelato fritto ci fa gola ogni volta che lo vediamo al ristorante, ma sapete che è davvero velocissimo da preparare a casa? Oggi vediamo, infatti, un dolce veloce perfette per quando avete del gelato avanzato e un po’ di voglia di sperimentare!

Si inizia con il gelato (noi usiamo quello fatto in casa con la nostra ricetta, ma ovviamente andrà bene anche quello confezionato e comprato al supermercato) e poi si ricopre con la pastella. Se siete sempre di corsa, il consiglio è di realizzare delle palline di gelato ricoperte di pastella “di scorta”, da tenere in freezer e far friggere all’occorrenza: in appena 5 minuti avrete un dolce che soddisferà tutti.

Lo sapevate che, anche se siamo abituati a vederlo sul menù dei ristoranti cinesi (in Italia), in Oriente non sanno cosa sia? Proprio così: come la pasta con le polpette che in America spacciano per una specialità italiana, anche questo piatto è un’invenzione di sana pianta!

Gelato fritto
Gelato fritto

Come si fa il gelato fritto?

In caso non siate pratici, rivediamo insieme come fare il gelato:

  1. Procuratevi 250 g di panna liquida, 300 g di latte intero e zucchero semolato a piacere. Inserite un mix di questi ingredienti nel vassoietto per fare il ghiaccio e ponete il tutto nel freezer.
  2. Lasciate solidificare per una notte, poi frullate nel mixer.
  3. Per questa ricetta ricavatene delle palline da far congelare singolarmente.
  4. A questo punto, prepariamo la pastella per il gelato fritto (che non si discosta troppo da quella classica per tutti i tipi di fritture a dire il vero). In una ciotolina, mescolate con l’aiuto di frusta 1 uovo, 150 grammi di farina 00, 50 grammi di fecola di patate e acqua fredda. Non c’è una quantità precisa di acqua da aggiungere: mettetene a occhio finchè lo consistenza non sarà densa ma cremosa.
  5. Immergete la palline di gelato freddissime nella pastella, poi rimettete in freezer per almeno 3 ore. Tuffate poi in olio di semi bollente e, a doratura, estraetele (ci vorrà una manciata di minuti).

Non per smorzare l’entusiasmo, però, vi ricordiamo che le calorie del gelato fritto sono da impallidire: oltre le 450 kcal per porzione. Insomma, buonissimo, ma da riservare alle occasioni speciali!

Conservazione

Il gelato fritto va consumato assolutamente appena pronto. La “magia” della frittura calda che racchiude una pallina di dolce freddo infatti si mantiene solo per poco tempo. Se conservato trasformereste questo dolce in un vero e proprio pasticcio culinario!

0/5 (0 Reviews)
TAG:
gelato

ultimo aggiornamento: 14-07-2020


Crema pasticcera vegan: una ricetta facile e versatile

Volete fare una torta ma non siete dei pasticceri provetti? Ecco la torta di crêpes, la più furba che c’è!