Ingredienti:
• 4,5 cl di vodka
• 12 cl di ginger beer
• 0,5 cl di succo di lime
• 1 fetta di lime
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 15 min

Pochi ingredienti dal risultato esplosivo! Come si fa il Moscow mule? Il cocktail che non arriva da Mosca e dalle molte varianti interessanti!

A chi non piace il Moscow mule? Ingredienti essenziali, facilità di preparazione e freschezza assicurata. Questo long drink, nato a New York e non a Mosca è tornato a essere di tendenza per aperitivi e dopo cena. Prepararlo a casa è davvero semplice, vi sveliamo tutti i passaggi per stupire famigliari e amici!

Preparazione del cocktail Moscow mule

Moscow mule
Moscow mule
  1. Per prepararlo a regola d’arte prima di tutto procuratevi la tipica mug (tazza stondata di rame) altrimenti utilizzate un bicchiere largo e alto (tipo tumbler).
  2. A questo punto riempite il bicchiere di ghiaccio, aggiungete vodka, ginger beer e il succo di lime e mescolate il tutto con un cucchiaino dal manico lungo o con una cannuccia.
  3. Per servirlo con stile tagliate una fettina di lime e mettetela dentro il bicchiere oppure incastratela sul bordo.

Ecco a voi il Moscow mule, pronto per essere servito!

Moscow mule: varianti

Essendoci pochi ingredienti questo tipo di cocktail può facilmente essere arricchito, senza rovinare il gusto e la piacevolezza. Molti, per renderlo più fresco aggiungono qualche fettina di cetriolo o anche qualche foglia di menta.

Ci sono due modi per aggiungere questi ingredienti: nel Moscow Mule con il cetriolo potete schiacciarne qualche fettina nel bicchiere per rendere più presente il gusto, altrimenti usarlo solo come decorativo sulla superficie. Lo stesso vale per l’aggiunta di menta o, alle volte, di zenzero fresco.

Variante ufficiale del Moscow mule è il London mule: identico in ogni ingrediente a differenza della base alcolica, che in questo caso non sarà vodka, ma gin.

La storia del cocktail: il “Mulo moscovita”

Mulo moscovita è la traduzione letterale, ma le sue origini non potrebbero essere più lontane dalla Russia. Questo long drink infatti nasce a New York nel 1941, e prende il nome Moscow solo per la sua base alcolica: la vodka.

La storia narra che la creazione della bevanda sia dovuta a una concatenazione di eventi. In un bar di New York si ritrovano John G. Martin, distributore della vodka russa Smirnoff, poco apprezzata fino ad allora nel continente americano e Jack Morgan, proprietario di un famoso locale che stava cercando di lanciare il ginger beer, una bevanda a base di zenzero.

I due, insieme a una terza cliente del bar, un’imprenditrice che voleva rilanciare sul mercato le sue tazze mug in rame con sopra inciso un asino, crearono questo cocktail per combinare tutte le loro esigenze. Una bevanda che è diventata famosa e, ancora oggi, è apprezzata da giovani e meno giovani.

Siete appassionati di cocktail? Scoprite le ricette dei drink più buoni!

Spesa intelligente e fake news: scarica QUI il ricettario per difendersi ai tempi del Covid 19.

0/5 (0 Reviews)
Aggiungi al ricettario

Non rinunciare al gusto! Ecco il ricettario per dolci light e buonissimi

TAG:
cocktail

ultimo aggiornamento: 18-07-2020


Dream cake: il dolce danese che è un sogno ad occhi aperti!

Tiramisù con la panna: due ricette per un risultato strepitoso!