Ingredienti:
• 3 parti di Prosecco
• 2 parti di Aperol
• Soda q.b.
• ghiaccio q.b.
• 1 fetta di arancia
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 15 min

Come si fa lo Spritz? Aperol, campari o bianco? La ricetta classica è semplicissima da fare anche a casa e dal colore inconfondibile!

Se dici aperitivo dici Spritz, il cocktail leggero e più iconico conosciuto in tutto il mondo. Questo long drink dalle origini tutte italiane è diventato famoso negli ultimi anni con la versione Aperol, dolce e dissetante, e dal 2011è stato codificato come Italian o Venetian Spritz. Gli ingredienti per prepararlo sono pochi e facilmente reperibili, ecco come farlo a casa in pochi semplici passaggi!

Spritz Aperol
Spritz Aperol

Preparazione dello Spritz Aperol

  1. Prima di tutto prendete i classici bicchieri da cocktail dal collo alto o un calice per il vino e riempitelo di ghiaccio.
  2. Versate lentamente il Prosecco tenendo la bottiglia vicino al bicchiere per non riempirlo di schiuma.
  3. Aggiungete l’Aperol e uno spruzzo di Soda con il sifone (se non avete la soda potete facilmente sostituirla con l’acqua frizzante).
  4. Date una leggera mescolata, con un cucchiaio o la cannuccia, facendo qualche movimento dal basso verso l’altro per mescolare i due liquidi (ma senza esagerare altrimenti rischiate di sgasarlo)
  5. Appena prima di servirlo aggiungete un succosa fettina di arancia.

Ecco a voi il cocktail classico e tra i più famosi per l’aperitivo!

Varianti: Spritz Campari, bianco e…

Lo Spritz originale non esiste: originale è solo la preparazione con vino bianco frizzante, soda e bitter, guarnito con una fetta di arancia o buccia di limone. Il più famoso è l’Aperol, ma ci sono anche tante varianti come ad esempio quella dove si sostituisce l’Aperol al Campari, o anche quella senza bitter chiamato Spritz bianco.

C’è poi anche lo Spritz Hugo, un aperitivo dalla bassa gradazione alcolica dove al prosecco e alla soda viene aggiunto lo sciroppo di sambuca e qualche fogliolina di menta.

Cosa significa Spritz: la storia

Il long drink ha origini venete. Nell’800 la Regione era sotto il dominio austro ungarico ed era noto come gli austriaci allungassero il vino bianco con delle spruzzate di soda per renderlo più leggero. La parola tedesca per spruzzare è proprio spritzen e da questo termine arriva il famoso nominativo.

Il drink è effettivamente poco alcolico, i gradi dello Spritz si aggirano intorno agli 8°, sia per la versione con Aperol che Campari. Se adorate i cocktail non perdetevi le ricette dei drink più buoni in circolazione!

Scarica QUI il ricettario per cedere in tentazione senza sensi di colpa anche in QUARANTENA.

0/5 (0 Reviews)
Aggiungi al ricettario

Non rinunciare al gusto! Ecco il ricettario per dolci light e buonissimi

TAG:
cocktail

ultimo aggiornamento: 26-04-2020


Semifreddo alle fragole: un dolce veloce e super goloso

Pasta frolla con il Bimby: la ricetta base per biscotti e crostate