Ingredienti:
• 190 g di farina 00
• 6 uova
• 350 g di zucchero semolato
• 1 pizzico di sale
• 300 g di burro
• 100 g di cacao amaro in polvere
• 220 g di zucchero a velo
• 20 g di rum
• 2 cucchiai di succo di limone
• granella di nocciole q.b.
difficoltà: media
persone: 8
preparazione: 25 min
cottura: 35 min
kcal porzione: 969

La torta Dobos è un prodotto tipico della pasticceria ungherese, fatto da strati di pan di Spagna, crema al cacao e caramello.

Dalla pasticceria ungherese arriva un dolce sfizioso e amato in tutto il mondo. Stiamo parlando della torta Dobos, nata nel lontano 1884 dal pasticciere József Dobos. Grazie alla sua bontà ha avuto subito diffusione nelle principali città austroungariche e, ad oggi, in alcune pasticcerie triestine. Ad ogni modo, rimane simbolo della pasticceria tipica della città di Budapest.

La ricetta originale di questo dolce è facile anche da fare in cucina. Il dessert è composto da sei strati di pan di Spagna, che si alternano a strati di crema a base di burro e cacao. In cima, invece, c’è una dolcissima copertura di caramello. A rendere il tutto croccante ci pensa un rivestimento di granella di nocciole sul bordo laterale.

10 ricette per tenersi in forma

Torta Dobos
Torta Dobos

Preparazione della ricetta per la torta Dobos

  1. Per il pan di Spagna, separate i tuorli dagli albumi. Montate i tuorli con 150 g di zucchero semolato con fruste elettriche, in una ciotola.
  2. In un’altra ciotola, montate gli albumi con un pizzico di sale; poi, unite i due composti mescolando con una spatola. Setacciate la farina e incorporatela al composto precedente.
  3. Prendete una leccarda da forno e copritela con un foglio di carta forno. Posizionate sopra un anello da pasticceria (con diametro di 22 cm).
  4. Versate 100 g di impasto alla volta in una sac à poche e, poi, spremetelo all’interno dell’anello, per creare un disco di impasto. Livellate la superficie e fate cuocere in forno ventilato a 180°C per circa 5 minuti.
  5. Ripetete questi passaggi per far cuocere gli altri 5 dischi di pan di Spagna. Man mano che sono pronti, trasferiteli su una gratella e fateli raffreddare.
  6. Per la crema, mettete il burro (tagliato a tocchetti) in una ciotola. Aggiungete lo zucchero a velo, il cacao amaro in polvere e il rum.
  7. Montate questo composto con le fruste elettriche. Poi, mettete a rassodare in frigo per 30 minuti.
  8. Nel frattempo, preparate il caramello. In un pentolino, versate 200 g di zucchero e il succo di limone, facendo sciogliere a fuoco basso.
  9. Quando il composto arriva ai 170°C, roteate il pentolino per mescolare il tutto. Quando diventa ambrato, spegnete.
  10. Stendete subito il caramello su uno dei dischi di pan di Spagna, poi tagliatelo in 8 fette uguali (a triangolo). Per far questo, usate un coltello imburrato. Metteteli da parte.
  11. Cominciate a decorare la torta ungherese, versando la crema in una sac à poche con beccuccio liscio.
  12. Su un piatto da portata, posizionate il primo disco di pan di Spagna; ricopritelo versando in modo circolare e concentrico la crema.
  13. Continuate in questo modo, alternando strati di impasto e di crema. Ricoprite con la crema anche l’ultimo disco e, poi, tutto il bordo.
  14. Applicate la granella di nocciole lungo tutto il bordo per ricoprirlo.
  15. Usate la crema restante per creare 8 ciuffetti equidistanti lungo bordo circolare, sulla superficie del dolce. Posizionate sopra di essi le 8 fette ricoperte con caramello, in modo che siano inclinate, come in foto.
  16. Fate riposare il dolce in frigo per 2 ore, prima di servirlo.

Conservazione

La Dobos cake è un dolce straordinariamente buono e bello da vedere, adatto anche per le grandi occasioni. Potete conservarla in frigo per 2-3 giorni, coperta con pellicola o in un contenitore.

Lasciatevi conquistare dal gusto della crostata con pere e cioccolato.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - DV

Torte

ultimo aggiornamento: 24-09-2022


Conoscete già le chinulille? Ecco come preparare le frittelle calabresi

La torta di mele renette è leggera, profumata e saporita!