Arriva il verdetto dell’Unione Europea e viene vietato il colorante nelle torte, a partire dal prossimo giugno 2022. Scopriamo di che si tratta.

In pasticceria, anche in quella italiana, è ormai consuetudine usare i coloranti alimentari. Si tratta di sostanze artificiali, in questo caso additivi, che hanno il compito di dare colore o esaltare una certa tonalità di una data preparazione dolce. Che sia un impasto o una crema, vi è una varietà di additivi da poter usare. Tuttavia, la Commissione europea ha da poco emesso un decreto, con il quale viene vietato il colorante nelle torte. Per la precisione, la normativa riguarda solo un prodotto in particolare che, secondo alcuni studi, sarebbe dannoso per l’organismo.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Vietato il colorante nelle torte
Vietato il colorante nelle torte

Perché viene vietato il colorante nelle torte?

Negli ultimi mesi, la Commissione europea si è espressa in merito al noto colorante alimentare E171. Conosciuto con questo particolare codice, il biossido di titanio è stato dichiarato nocivo per l’organismo umano, in seguito a circa 10’000 studi diversi. In merito a tali responsi, la Commissione ha avanzato la proposta di eliminare dal commercio questo prodotto. La normativa è stata, poi, approvata dagli Stati membri ed entrerà in vigore dal prossimo giugno 2022.

Un appoggio significativo è arrivato anche dall’Autorità europea per la sicurezza alimentare (Efsa), che ha comunicato il proprio parere, secondo il quale “l’E171 non può più essere considerato sicuro”. L’Ente aveva già rivalutato la sicurezza di questo prodotto nel 2016. Adesso, grazie ai nuovi studi, la proposta definitiva è arrivata. In Francia, infatti, l’uso di questo colorante è stato vietato già da gennaio 2020. Anche altre aziende di spicco, come ad esempio la Cameo, hanno provveduto a sostituire questo prodotto con altri più sicuri.

Quale colorante è vietato?

Il colorante vietato dal prossimo giugno 2022 è il biossido di titanio. Questo additivo serve a dare colore bianco alle preparazioni di pasticceria, come le creme. Viene anche usato in ricette salate, come panini, insalate o zuppe. Attraverso nuovi studi, però, questo prodotto è stato giudicato genotossico.

La genotossicità indica il rischio che una sostanza possa danneggiare il DNA o il materiale genetico delle cellule umane. Molte volte, questa azione può anche portare alla comparsa di malattie gravi, come il cancro. Per tale motivo, il colorante alimentare E171 è stato considerato non sicuro per l’organismo e, quindi, vietato.

Ad ogni modo, tanti altri coloranti alimentari sono sicuri. Vi è una serie di prodotti, che comprende quelli organici naturali, sintetici o inorganici, che sono autorizzati dall’Efsa. Queste sostanze hanno una sigla compresa tra E100 ed E199 – fatta eccezione, ovviamente, dell’E171.

Tante sono le ricette che prevedono l’uso di coloranti alimentari sicuri per dolci di tutti i colori! Un esempio sono i deliziosi rainbow pancakes.

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 09-02-2022


Quali materiali possono andare in forno? Facciamo chiarezza

Con i dolci di Carnevale siciliani abbiamo l’imbarazzo della scelta!