Tra le passioni del sovrano d’Inghilterra vi sono la solidarietà e i prodotti biologici, che si uniscono nei famosi biscotti di re Carlo III.

Da sempre, re Carlo III d’Inghilterra condivide con il mondo la sua passione per il biologico. Questa caratteristica è ben evidente nella fondazione del marchio “Duchy Originals“, una realtà che in patria è diventata una vera e propria istituzione. Si tratta di un’importante e consolidata azienda, che produce biscotti e altri prodotti partendo da materie prime biologiche. Affidandosi alla produzione di piccole e medie imprese, tale marchio ha anche un fine benefico. Adesso che il suo fondatore è salito al trono, però, la produzione dei biscotti di re Carlo III potrebbe subire qualche cambiamento.

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

Biscotti di re Carlo III
Biscotti di re Carlo III

Curiosità e ingredienti dei biscotti di re Carlo III

La “Duchy Originals” è stata fondata nel 1990 dall’allora principe di Galles. L’azienda di re Carlo III è sempre rimasta fedele alla sua impostazione originale; per la produzione dei suoi prodotti si affida a piccole imprese locali per ottenere materie prime biologiche e di qualità. Queste sono impiegate, poi, nella creazione di prodotti biologici, tra cui gli iconici biscotti, presenti in tre varianti: quelli all’avena, al cioccolato e quelli al burro.

I frollini, nel corso degli anni sono diventati una vera e propria istituzione, consumati in lungo e in largo. Inizialmente, erano accessibili prettamente a gente facoltosa ed erano presenti principalmente nei magazzini “Harrods“. Dopo una grave battuta d’arresto nelle vendite, avuta nei primi anni 200, c’è stato un cambio di rotta. Venne siglato un accordo con la catena di supermercati “Waitrose” e furono resi più accessibili a tutti.

La loro ricetta, all’inizio, ha richiesto molto lavoro. Per raggiungere la nota bontà, furono necessari ben 18 mesi. Una volta raggiunta la perfezione, la loro preparazione non è mai cambiata. Ad oggi, la ricetta di questi frollini viene ancora mantenuta segreta; per ottenere un risultato abbastanza simile, però, basta conoscere la lista di ingredienti. Per prepararli è essenziale la farina di avena, nell’impasto servono anche: farina di grano tenero, sale, lievito, zucchero e olio vegetale.

Un’attività di re Carlo III a scopo benefico

Già nel 1985, il re Carlo III aveva convertito la tenuta di famiglia Highgrove nella “Duchy Home Farm”. Oltre ad aiutare le imprese locali, coinvolgendole in questa virtuosa attività, il Sovrano d’Inghilterra incentiva la consumazione di prodotti biologici, incidati per l’organismo e anche per l’ambiente. Tuttavia, la sua attività è degna di nota soprattutto per lo scopo benefico che persegue. Parte dei profitti – si parla di circa 30 milioni di sterline – viene devoluta in beneficienza; i proventi vanno alla “Fondazione del Principe del Galles”, impegnata in diverse cause.

Data la salita al trono del re Carlo III, ora ci si chiede se continuerà a dedicarsi a questa attività. Sicuramente, in quanto re avrà altre faccende a cui provvedere. Tuttavia, la “Duchy Originals” è un’istituzione troppo importante per andare persa. Il principe William, probabilmente, potrà ereditare tale ruolo da suo padre.

Volete preparare il noto Pudding di Natale della regina Elisabetta?

Riproduzione riservata © 2023 - DV

Biscotti

ultimo aggiornamento: 14-12-2022


Il Natale è alle porte? Ecco come sopravvivere!

Sapete perché lasciamo latte e biscotti a Babbo Natale?