Ingredienti:
• 250 g di mandorle (pelate)
• 2 albumi
• 200 g di zucchero
difficoltà: facile
persone: 20
preparazione: 10 min
cottura: 30 min
kcal porzione: 413

Tipici di Prato, i dolci brutti ma buoni alle mandorle sono molto semplici da fare in casa e richiedono solo pochi ingredienti, tra cui la frutta secca.

Famosi anche con il nome di Mandorlati di San Clemente, i biscotti brutti ma buoni alle mandorle sono dei dolcetti originari di Prato. La ricetta è molto semplice e prevede l’uso di pochissimi ingredienti. Come informa il nome stesso, non hanno un bell’aspetto, perché sono formati da un miscuglio grezzo composto da mandorle, zucchero e albumi. Nonostante l’apparenza, il sapore di questi biscotti è assolutamente delizioso. Una volta provati, siamo sicuri che non potrete più resistervi.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Brutti ma buoni
Brutti ma buoni

Preparazione della ricetta per i brutti ma buoni alle mandorle

  1. Se disponete di una planetaria, versate gli albumi nel suo recipiente. Altrimenti, potete versarli in una ciotola e usare uno sbattitore elettrico per lavorarli.
  2. Montate gli albumi a neve ad alta velocità, insieme a metà della quantità totale dello zucchero (100 g).
  3. Quando il composto diventa gonfio, cominciate ad aggiungere poco alla volta la quantità restante del dolcificante.
  4. Nel momento in cui diventa lucido e corposo, è pronto.
  5. Versate le mandorle (pelate) nel recipiente di un mixer e tritatele abbastanza finemente.
  6. Aggiungete la polvere ottenuta agli albumi montati. Mescolate delicatamente e con una spatola, con movimenti dal basso all’alto. Procedete fino a quando il tutto si amalgama.
  7. Rivestite una teglia dai bordi bassi con carta da forno.
  8. Tramite l’aiuto di un cucchiaio, prendete un po’ di impasto alla volta e lasciatelo cadere sulla teglia, in modo che formi un mucchietto. Procedete fin quando l’impasto si esaurisce, posizionandoli in maniera distanziata.
  9. Fate cuocere in forno preriscaldato a 150°C per 30 minuti. Sfornate e fate raffreddare, prima di servire.

Per evitare di dover tritare le mandorle, potete direttamente realizzare i brutti ma buoni con la farina di mandorle, aggiungendola agli albumi montati quando la ricetta lo prevede.

Conservazione

Per averli a disposizione nei momenti in cui più ne avete voglia, potete conservare questi biscotti in un contenitore di latta per 1 settimana.

Un altro dolce gustoso con questa frutta secca, che non potete perdere, sono le mandorle al cioccolato pugliesi.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2021 - DV

Biscotti

ultimo aggiornamento: 13-11-2021


Brownies senza glutine: super veloce da preparare e goloso da mangiare

Panna di cocco fatta in casa: ricetta semplice, risultato garantito!