Come conservare il latte fresco? Dove riporlo? È possibile congelarlo? Ecco le risposte a tutte queste domande!

Sapere come conservare il latte è importante per mantenerlo in buono stato il più a lungo possibile in modo da evitare gli sprechi. Sapevate che può anche essere congelato? Invece, una volta aperto, i tempi di conservazione sono brevi. Proviamo a capirci di più!

Quanto dura il latte fresco fuori dal frigo?

Il latte fresco, che al supermercato si trova già nel frigorifero, va assolutamente messo in frigorifero anche a casa. Per il periodo di conservazione, bisogna attenersi a quanto stabilito sull’etichetta.

Prima dell’apertura il latte fresco può essere conservato in frigorifero all’incirca per 6 giorni. Dopo l’apertura, invece, deve essere terminato entro 48 ore.

Per quanto riguarda il latte a lunga conservazione, invece, è importante sapere che questo può essere conservato in dispensa o comunque a temperatura ambiente indicativamente per due mesi, considerando sempre la data indicata sull’etichetta o direttamente sulla confezione. Dopo l’apertura potete conservarlo in frigorifero e conservarlo entro 3 giorni.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Come conservare il latte
Come conservare il latte

Come conservare il latte in frigorifero

Diciamoci la verità, quando mettiamo il latte nel frigorifero, il più delle volte, lo collochiamo nello scompartimento dello sportello insieme alle bottiglie. In realtà, non è corretto: questo settore è quello meno freddo del frigorifero ed è per ovvi motivi soggetto a frequenti sbalzi di temperatura.

L’ideale è dunque riporre i cartoni o le bottiglie del latte nella parte centrale del frigorifero insieme a yogurt, formaggi e altri latticini. Attenzione poi a non appoggiarlo a contatto con il fondo del frigorifero per evitare di congelarlo in parte.

Latte congelato: quanto dura?

Il latte può essere anche congelato soprattutto quando si avvicina la data di scadenza e si ha timore di non riuscire a consumarlo in tempo.

Se avete intenzione di congelare il latte dovete però trasferirlo in bottiglie plastica dura, facendo attenzione a non riempirle completamente dato che il latte congelandosi tende ad aumentare di volume.

Applicate poi all’esterno di ogni bottiglia un’etichetta con la data e i giorni mancanti alla scadenza. Questo vi servirà per regolarvi con le tempistiche una volta che deciderete di scongelare il latte. Prima dell’uso fate scongelare il latte direttamente in frigorifero e utilizzatelo poi a piacere per preparare torte o altri dolci.

Adesso è proprio il momento giusto per preparare il riso al latte!

ultimo aggiornamento: 27-12-2020


Aprire una lattina senza utilizzare un apriscatole: ecco come fare

Bicchieri che puzzano? Ecco come lavarli alla perfezione