Come si prepara il tè? Una domanda semplice ma dalla risposta non scontata. Scopriamo come farlo al meglio!

Preparare, servire e gustare il tè è un vero e proprio rituale. Non tutti sanno che bere questa bevanda significa apportare al nostro organismo una serie di sostanze utili a contrastare l’invecchiamento cellulare, dato che diversi studi hanno stabilito che bere il tè è utile anche per rafforzare il sistema cardiovascolare. Per tutti questi motivi è importante sapere come si prepara il tè e quali sono gli errori da non fare per non danneggiare proprietà e qualità della bevanda.

Come fare il tè: la giusta temperatura

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Come si prepara il tè
Come si prepara il tè

Per prima cosa bisogna ricordare che esistono due grandi categorie di tè: i tè neri o comunque quelli caratterizzati da un aroma molto forte e i tè più delicati come i bianchi e i verdi. I primi richiedono una temperatura superiore a 70°C mentre per i secondi è sufficiente una temperatura inferiore.

  • Di conseguenza, se utilizzate il bollitore elettrico sarà sufficiente impostare la giusta temperatura.
  • Se invece siete ancora fedeli al classico pentolino, sarà importante tenere sotto controllo la formazione delle prime bollicine quando l’acqua inizia a scaldarsi: in quel momento la temperatura avrà raggiunto circa i 60°C.
  • Se poi decidete di servire il tè nella teiera ricordate che anche questa va prima scaldata con dell’acqua calda per non far abbassare eccessivamente la temperatura.

Errori da evitare nella preparazione del tè

Altra cosa da non dare per scontato è l’acqua. Di solito usiamo l’acqua del rubinetto anche se c’è chi utilizza direttamente l’acqua della macchina del caffè; è utile ricordare che per un buon tè sarebbe meglio utilizzare un tipo di acqua povera di minerali e dal residuo fisso basso. Tutte queste informazioni sono indicate nelle etichette delle bottiglie di acqua.

Ultimi, ma non meno importanti, sono i tempi di infusione. Ogni varietà, infatti, richiede un certo tipo di infusione e per questo motivo è sempre bene dare un’occhiata alla confezione o alla bustina dove si trovano riportati i muniti di infusione necessari. Lasciare il tè in infusione troppo a lungo lo renderà più astringente mentre un tempo troppo breve può compromettere la struttura del tè.

Ora che avete preparato il tè perfetto, ecco dei meravigliosi biscottini d’accompagnamento!


Che cos’è il mezcal? Scopriamolo insieme!

Fava di Tonka: proprietà, e ricette tutte da scoprire