Ecco cosa non si deve assolutamente buttare nel lavandino della cucina e tutti i consigli per smaltire nel modo corretto gli avanzi di cibo.

Molte volte, il modo più comodo per smaltire eventuali avanzi di cibi o prodotti alimentari è gettarli nello scarico del lavandino della cucina. Tuttavia, non c’è cosa più sbagliata di questa, che potete fare nelle vostre case. Il lavabo, infatti, non deve essere confuso con la pattumiera. Per non intasare o – addirittura – provocare rotture nelle tubature, è bene sapere cosa non buttare nel lavandino. Dall’olio esausto alla farina, passando per i fatidici fondi del caffè, ecco una lista di cose che possono essere smaltite in altro modo.

La dieta depurativa per rimettersi in forma dopo le feste

Cosa non buttare nel lavandino
Cosa non buttare nel lavandino

Cosa non buttare nel lavandino e i modi in cui smaltire gli avanzi

  • Fondi del caffè. Quando si affronta questo argomento, una delle domande più diffuse è se i fondi del caffè si possono buttare nel lavandino oppure no. La risposta, ovviamente, è negativa. A lungo andare, la polvere di questo aroma, che rimane a contatto con l’acqua, può avere effetto corrosivo e rompere le tubature. Tanti sono i modi per riutilizzare i fondi di questo aroma e renderli utili in diverse situazioni.
  • Gusci delle uova. Come quelli di qualsiasi altro alimento, anche questi non possono essere smaltiti in cucina. Essi potrebbero unirsi ad altri resti piccoli di cibo e depositarsi nei tubi, creando una barriera che impedisce all’acqua di passare. Allo stesso modo, non bisogna gettare l’albume nel lavandino, che può rimanere appiccicato alle pareti e formare una sorta di tappo.
  • Olio. Un’altra cosa da evitare è gettare l’olio esausto nel lavandino. Specialmente dopo aver fritto, quello caldo non va mai smaltito attraverso gli scarichi. Esso è altamente dannoso per l’ambiente, perché va ad inquinare le falde acquifere. Per liberarvene, potete raccoglierlo in bottiglie e portarlo presso un’isola ecologica.
  • Farina. Quando questa polvere viene a contatto con l’acqua tende a solidificare, proprio come quando create un qualsiasi impasto. In questo modo, a lungo andare può ostruire gli scarichi. Per lo stesso motivo e per non intasare i tubi della vostra cucina, evitate di smaltire qui pasta o riso, che tendono a gonfiarsi al contatto con l’acqua.
  • Frattaglie. Tutto ciò che si potete ricavare quando pulite la carne, ovvero pelle, ossa piccole e altri avanzi mollicci, non fanno altro che attaccarsi alle pareti degli scarichi o incastrarsi in essi, così da intasarli.
  • Latte. Così come l’olio, anche questo liquido è dannoso per l’ambiente e non può attraversare gli scarichi, perché andrebbe ad inquinare l’ambiente.
  • Bucce di patate e filamenti di frutta e verdura. Questi avanzi possono depositarsi sulle pareti delle tubature e fungere da ostacolo per il flusso dell’acqua.

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 29-11-2021


Sapete perché si chiama pan di Spagna? Ecco la vera storia

Miele scaduto: tutto ciò che dovete sapere