Ingredienti:
• 1 kg di farina 0
• 350 g di acqua a temperatura ambiente
• 250 g di zucchero semolato
• 250 g di lievito madre rinfrescato 2 volte
• 70 g di strutto
• 70 g di olio extra vergine di oliva
• 4 uova intere + 1 per spennellare
• 40 g di liquore all'anice
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 30 min
cottura: 30 min

Il cugliaccio è un dolce tipico albanese che viene preparato per festeggiare l’amore tra gli sposi. Vediamo insieme come si preapra!

Il cugliaccio albanese è un dolce rustico a base di farina, uova, strutto, olio e lievito madre che è noto anche con il nome di lievitato aberesh. Per conferire maggiore gusto a questo prodotto tipico della cucina tradizionale albanese abbiamo aggiunto anche del liquore all’anice, ma se preferite potete sostituirlo con altro o ometterlo. Si tratta di un dolce facile da preparare che secondo la tradizione viene preparato in occasione di un matrimonio, per questo è conosciuto anche come cugliaccio degli sposi.

La tradizione vuole che in occasione di uno sposalizio, vengano preparati due cugliacci, uno semplice e uno decorato. Quest’ultimo viene offerto al sacerdote, bagnato nel vino e poi servito prima allo sposo e poi alla sposa come segno di reciproca appartenenza. Questo dolce può essere preparato anche con il lievito di birra, ma la ricetta originale vuole che si prepari come un tempo, ovvero, con il lievito madre fresco.

Vediamo, allora, come preparare il cugliaccio albanese.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Cugliaccio
Cugliaccio

Preparazione della ricetta per il cugliaccio

  1. Per preparare questo dolce goloso, la prima cosa da fare è quella di versare la farina all’interno di una ciotola abbastanza capiente.
  2. Spezzettate anche la pasta madre e aggiungete l’acqua. Se utilizzate il lievito di birra, fatelo sciogliere nell’acqua e aggiungetelo alla farina.
  3. Cominciate ad impastare e unite all’impasto anche lo zucchero e le uova poco per volta. Unite anche lo strutto e l’olio, sempre poco per volta. Infine, aggiungete anche il liquore all’anice.
  4. Lavorate l’impasto fino ad ottenere un panetto liscio e ben incordato. Lasciatelo riposare all’interno di una ciotola per circa 2 ore o fino al raddoppio.
  5. Trascorso il tempo di riposo, dividete l’impasto in 8 parti uguali, magari aiutandovi con una bilancia. Formate dei serpentelli di pasta e intrecciateli 2 a 2. Richiudeteli formando una sorta di nido e posizionateli su una teglia.
  6. Coprite la teglia con un canovaccio umido e fateli lievitare per altre 2 ore o fino a quando non risulteranno belli gonfi e lievitati.
  7. A questo punto, spennellate la superficie con l’uovo sbattuto e un goccio di latte e infornateli a 180°C per 15 minuti. Dopodiché abbassate la temperatura a 150°C e lasciate cuocere per altri 15 minuti. Il vostro pane dolce e profumato è pronto per essere gustato.

Conservazione

Il cugliaccio albenese può essere conservato per un paio di giorni in un sacchetto di carta per il pane. In alternativa, potete congelarlo dopo averlo cotto e tenerelo in freezer per un mese, farlo scongelare e riscaldare all’occorrenza.

Se vi è piaciuto questo dolce, provate anche il Kulich!

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 20-02-2022


Torta Kinder pinguì: la versione maxi della famosa merendina

Crema di Cogne: il fantastico dessert al cucchiaio valdostano