Le regole del galateo del caffè descrivono il modo più corretto per gustare e servire a casa questa istituzione italiana.

Le leggi del bon ton invadono anche il territorio di questa amatissima bevanda. Per tutti gli amanti – e sappiamo che ce ne sono moltissimi in Italia -, ecco arrivare le regole del galateo del caffè. Una lista di buone maniere che illustrano come dimostrare la propria educazione anche in una semplice e comune abitudine: bere il caffè. Inoltre, molta attenzione va data al modo in cui lo servite a casa, quando potete gustarlo in compagnia di altri ospiti.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Tazzina di caffè
Tazzina di caffè

Le regole del galateo del caffè

A grande sorpresa, ecco arrivare le regole da seguire davanti a una tazzina di caffè. Una delle prime domande, ovvero la più comune, riguarda il modo in cui girare il caffè. Questo liquido scuro va mescolato ogni volta, prima di essere consumato, per rendere omogeneo il suo sapore. Tuttavia, non tutti sanno che il movimento del cucchiaino deve procedere dall’alto verso il basso. Durante quest’azione, fate attenzione a non urtare il bordo della tazzina e creare rumori. Un altro mito da sfatare è quello di dover decantare la tazza come se fosse un calice di vino. Non fatela mai roteare, in questo modo sporcare solamente il bordo.

Un altro dettaglio molto importante è il modo in cui poggiare il cucchiaino. Dopo aver mescolato, va lasciato sul lato destro del piattino. Ricordate di non mettere mai il cucchiaino in bocca, perché secondo il galateo del caffè è segno di maleducazione. Una volta pronti, prendete il manico della tazzina con pollice e indice, portatela verso la bocca (mai il contrario!) e bevete a piccoli sorsi, senza provocare rumori. Altre due cose da evitare sono il soffiare per far raffreddare l’aroma e il gesto di alzare il mignolo.

Come servire il caffè a casa

Molte delle regole del bon ton indirizzano anche su come servirlo ai propri ospiti a casa. Non tutti sanno che questa bevanda non va portato a tavola, ma è bene consumarlo in salotto, su un tavolino che dispone di tutto ciò che è necessario. Potete servire le tazzine trasportandole su un vassoio, accompagnate anche dalla moka. Inoltre, è bene lasciare libera scelta sulla quantità di dolcificante da usare, quindi non zuccherate mai voi. Sul tavolino, mettete a disposizione una zuccheriera.

Per non servirlo freddo, è buona abitudine preparare 2 o 3 tazzine alla volta e servirle subito. Se ci sono molti ospiti, evitate di preparare le porzioni tutte in una volta. Se preferite gustarlo tutti insieme, invece, dovete sapere come scaldare le tazzine del caffè a casa. Man mano che sono pronte, potete tenerle in forno, scaldato a 50°C, per qualche minuto e, poi, portarle tutte insieme in salotto.

Un’altra importante domanda riguarda il bicchiere di acqua. Su questo dettaglio c’è molta indecisione, perché non si sa mai se berla prima o dopo aver gustato questo aroma. Secondo il galateo del caffè (che siate in un bar o a casa), va bevuta prima. Il motivo è dato dal fatto che, in questo modo, riuscite a togliere il sapore del pasto appena consumato o di un’altra bevanda, per assaporare il naturale gusto di questo amato liquido. Questo è quello che prevede il bon ton, ma nulla vi vieta di poter bere un po’ d’acqua anche dopo averlo gustato, per una questione di igiene orale. Attendete qualche minuto e bevete per evitare la formazione di macchie sullo smalto dentale.

Se siete amanti di questo aroma, non perdete la pratica guida su come riutilizzare i fondi del caffè!

ultimo aggiornamento: 09-07-2021


Quali sono gli oggetti da lavare in lavastoviglie? E quali no?

Ecco come e con cosa aromatizzare i dolci nelle vostre ricette