Ingredienti:
• 500 g di giuggiole
• 1 l di alcol 95°C
• 600 g di zucchero
• 800 ml di acqua
• scorza di limone q.b.
difficoltà: facile
persone: 10
preparazione: 10 min
cottura: 10 min

Oggi vediamo come fare il liquore di giuggiole: siete pronti a scoprire come valorizzare questo frutto grazie ad una ricetta facile e alla portata di tutti?

Il liquore di giuggiole è una bevanda che ha come protagonisti dei piccoli frutti dalla buccia color marrone e dalla polpa dolce che ricorda il gusto delle mele. Per questa preparazione è preferibile utilizzare delle giuggiole mature e prive di ammaccature: la ricetta, poi, è quella di un classico liquore. I frutti vanno prima lasciati in infusione nell’alcol e poi si deve aggiungere un semplice sciroppo di acqua e zucchero.

Generalmente il liquore preparato in questo modo è perfetto da servire fresco a fine pasto come digestivo. È facile da fare ma… non dovete avere fretta prima di gustarlo!

liquore di giuggiole
liquore di giuggiole

Come fare il liquore di giuggiole

  1. Iniziate lavando bene le giuggiole sotto acqua fredda corrente poi mettetele in un cola pasta per farle asciugare bene.
  2. Tagliatele a metà, eliminate i semi e mettetele all’interno di un vaso di vetro ben pulito.
  3. Aggiungete la scorza del limone che avrete ricavato con l’aiuto di un pela patate e coprite il tutto con l’alcol. Chiudete il vaso con il coperchio e lasciate in infusione almeno per 10-15 giorni avendo cura di agitare il barattolo almeno una volta al giorno.
  4. Riprendete il vaso con il liquido in infusione e filtratelo aiutandovi con un colino. Schiacciate delicatamente le giuggiole con i rebbi di una forchetta in modo che la polpa rilasci tutto il succo.
  5. Tenete l’alcol da parte e preparate lo sciroppo: mettete acqua e zucchero in una pentola, portate sul fuoco e fate sciogliere a fiamma bassa. Quando lo zucchero sarà completamente sciolto, spegnete la fiamma e fate raffreddare.
  6. Unite ora i due liquidi e lasciate riposare ancora per una settimana prima di imbottigliare. Ricordate di servire il liquore ben freddo.

Non fate confusione con il brodo di giuggiole: è una preparazione diversa che richiede una cottura ancora più lunga di giuggiole, mele cotogne, uva e vino rosso.

Se vi piacciono le ricette di questo tipo dovete provare anche il liquore alla banana!

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

0/5 (0 Reviews)
Aggiungi al ricettario

Non rinunciare al gusto! Ecco il ricettario per dolci light e buonissimi


Colazione fatta in casa? Provate a fare questi buonissimi biscotti al latte!

Crema pasticcera: un must per farcire dolci di ogni tipo