Ingredienti:
• 750 g di giuggiole mature
• 475 g di zucchero
• ½ limone
• ¾ di bicchiere di acqua
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 15 min
cottura: 60 min

La marmellata di giuggiole è un’ottima idea per conservare a lungo i sapori delle giuggiole: la loro dolcezza rende la confettura letteralmente squisita!

Buonissima da spalmare sul pane o sulle fette biscottate a colazione, per farcire crostate, torte o biscotti, la marmellata di giuggiole vi stupirà perché è davvero semplice da fare e versatile. Le giuggiole, conosciute anche con il nome di zizzole sono dei piccoli frutti la cui polpa ricorda il sapore delle mele e dei datteri quando sono particolarmente mature.

Generalmente maturano tra settembre e ottobre e sono anche conosciute per l’espressione “andare in brodo di giuggiole”, modo di dire che richiama proprio un’altra ricetta tipica. Avete fatto un bel raccolto o vi hanno regalato un bel po’ di frutti? Ecco come procedere per realizzare una deliziosa confettura di giuggiole!

marmellata di giuggiole
marmellata di giuggiole

Come fare la marmellata di giuggiole

  1. Iniziate lavando bene le giuggiole, tagliatele a metà ed eliminate tutti i semi.
  2. Mettete l’acqua e lo zucchero in una pentola, portate sul fuoco e mescolate regolarmente in modo da far sciogliere lo zucchero.
  3. Aggiungete le giuggiole.
  4. Sbucciate il limone con un pela-patate facendo attenzione a togliere solo la parte gialla, spremete anche il succo e unite il tutto al resto degli ingredienti già sul fuoco.
  5. Fate cuocere almeno per 30 minuti.
  6. Trascorso questo tempo togliete la scorza del limone e frullate il tutto con un mixer ad immersione. Mettete nuovamente sul fuoco e fate cuocere ancora per 30 minuti o comunque fino a quando la marmellata non avrà raggiunto la giusta consistenza.
  7. Per verificarlo fate la classica prova con il piattino: fate cadere un cucchiaino di marmellata su un piattino, aspettate qualche istante giusto perché si raffreddi e inclinate il piatto. Se la marmellata non cola, è pronta.
  8. Distribuite la marmellata in vasi di vetro sterilizzati, chiudete coi coperchi, capovolgete e fate raffreddare prima di riporre in dispensa.

Vi è piaciuta la marmellata di zizzole? È buonissima anche la confettura di pompelmo.

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

0/5 (0 Reviews)
Aggiungi al ricettario

Non rinunciare al gusto! Ecco il ricettario per dolci light e buonissimi


Ecco le crêpes senza uova, la versione light dell’amato dolce francese!

Impossibile resistere al tortino al cioccolato bianco: scopri come si prepara!