Ingredienti:
• 350 g di cioccolato bianco
• 200 ml di latte
• 400 ml di panna liquida per dolci
• 4 fogli di gelatina
difficoltà: facile
persone: 5
preparazione: 10 min
cottura: 00 min
kcal porzione: 274

La namelaka è una particolare crema al cioccolato bianco con la consistenza di una mousse, realizzata senza cottura e senza uova!

Questa strepitosa crema è l’invenzione di un pasticcere giapponese e il suo nome si può tradurre in “liscio” o “vellutato”. Questi due aggettivi stanno a indicare proprio la consistenza della namelaka: particolarmente cremosa, tanto da sembrare una carezza per il palato. Di recente, la sua fama è arrivata in tutto il mondo. Il successo si deve anche alla preparazione veloce e semplice con cui potete realizzarla.

Con pochi ingredienti, escluse uova e farina, questa crema è facile da preparare. Una ricetta, quindi, atipica e la cui consistenza sembra ricordare di più quella di una mousse. Ciò che è certo è che, una volta provata, non potrete più fare a meno di questa farcitura cremosa. Bene, adesso che abbiamo capito cos’è la namelaka, procediamo con la lavorazione!

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Namelaka
Namelaka

Preparazione della ricetta per la Namelaka

  1. Per prima cosa, mettete in ammollo in una ciotola con acqua fredda i fogli di gelatina e lasciateli per 8-10 minuti.
  2. Nel frattempo, spezzettate il cioccolato bianco e mettetelo in un piccolo recipiente. Fatelo sciogliere a bagnomaria, oppure in un microonde.
  3. Versate il latte in un pentolino e ponetelo sul fuoco, per riscaldarlo. Una volta portato a bollore, strizzate per bene i fogli di gelatina e immergeteli nel latte. Mescolate per farli sciogliere del tutto.
  4. Unite questo composto al cioccolato bianco, un poco alla volta. Man mano che versate il latte, nel frattempo, mescolate per farlo incorporare al meglio. Il risultato è una crema sempre più soda.
  5. Una volta incorporato, unite anche la panna liquida (va bene anche quella vegetale) e mescolate con delle fruste elettriche, per amalgamare il tutto.
  6. Coprite il recipiente con della pellicola trasparente e lasciate riposare in frigo per almeno 10 ore.

Trascorso il tempo di riposo, previsto dalla ricetta per la namelaka, la crema può essere mangiata come un dolce al cucchiaio, accompagnata da biscotti, o usata come ganache.

Conservazione

In qualsiasi modo vogliate consumarla, sappiate che potete conservarla in frigo per 2-3 giorni.

Per una versione dalla consistenza particolare e da gustare in tanti modi, provate anche la crema al latte condensato!

0/5 (0 Reviews)

ultimo aggiornamento: 15-08-2021


Per una colazione genuina c’è la ricetta dei cornetti vegan, senza uova né burro

I brownies di Martha Stewart: una ricetta semplice, ricca di cioccolato e tutta americana!