Ingredienti:
• 4.5 cl di bourbon o Rye whiskey
• 2 gocce di angostura
• 1 zolletta di zucchero
• 1 ciliegia al maraschino
• scorza di arancia
• soda q.b.
• ghiaccio q.b.
difficoltà: facile
persone: 1
preparazione: 15 min
kcal porzione: 150

L’Old Fashioned è un cocktail americano speziato e deciso, perfetto per un dopocena coi fiocchi. Come si prepara? Scopriamolo insieme!

L’Old Fashioned è un signor cocktail: adatto agli amanti dei gusti puliti e decisi, è perfetto per chi adora il whiskey e non vuole annacquarlo con sciroppi o succhi. I suoi ingredienti, infatti, sono pochi: al bourbon (o rye whiskey) si aggiungono l’angostura, una zolletta di zucchero, soda e infine una ciliegina e scorza di arancia per decorare.

Le sue origini sono americane e risalgono alla fine dell’Ottocento: da allora la sua fama semplice e schietta si è fatta strada ed è sopravvissuta intatta fino al XXI secolo.

Fare l’Old Fashioned in casa è semplicissimo, ma fate attenzione… il sapore non è per tutti!

Old Fashioned
Old Fashioned

Preparazione dell’Old Fashioned

La preparazione di questo drink è un rituale, un viaggio nel tempo sino a quando bere era un’arte. Vi servirà un classico bicchiere da Old Fashioned, il tumbler basso tipico per la preparazione di molti long drink.

  1. Mettete sul fondo una zolletta di zucchero bianco (se non l’avete sostituitela con 2 cucchiaini di zucchero), le due gocce di angostura e un filo di soda o acqua frizzante.
  2. Pestate tutti gli ingredienti fino a che lo zucchero non si scioglierà completamente.
  3. Riempite il bicchiere con il ghiaccio, versate il whiskey e mescolate delicatamente (se non avete le qualità proposte di whiskey americano, scegliete quello che più preferite).
  4. Decorate con la scorza di arancia e una ciliegia al maraschino.
  5. Bene, il vostro cocktail è pronto: non vi resta che assaggiarlo per completare il viaggio!

La vera storia del cocktail

Pare che l’Old Fashioned sia nato alla fine dell’Ottocento al Pendennis Club di Louisville, in Kentucky: fu inventato per il colonnello James Pepper che amava il gusto deciso del whiskey senza troppi fronzoli.

Il colonnello, molto fiero di questa bevanda, voleva poterla gustare durante tutti i suoi viaggi, per questo un giorno insegnò la ricetta al barman dell’hotel Waldorf-Astoria, dove si rifugiava spesso quando era a New York. Così nacque l’Old Fashioned e si diffuse in America e in tutto il mondo.

Sembra comunque che l’antenato di questo cocktail si chiamasse semplicemente Whiskey Cocktail, come riporta il famoso ricettario di Jerry Thomas. Veniva preparato con qualche goccia di Boker’s bitters e di sciroppo di gomma arabica, il tutto tuffato in un bicchiere da vino colmo di whiskey.

Se vi è piaciuta la storia e la ricetta, provate a fare anche il Negroni!

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

0/5 (0 Reviews)
Aggiungi al ricettario

Non rinunciare al gusto! Ecco il ricettario per dolci light e buonissimi

TAG:
cocktail

ultimo aggiornamento: 22-08-2020


Come si fa la crema di limoncello? La ricetta con i limoni di Amalfi

Ci vuole proprio un po’ di freschezza: è il momento di preparare il sorbetto alla birra