Da quando l’avete acquistato non potrete più farne a meno? Per questo è importante sapere come pulire il bollitore per mantenerlo il più a lungo possibile.

Avete rimandato più volte l’acquisto ma finalmente avete ceduto al fascino e all’utilità del bollitore? Questo elettrodomestico, infatti, consente di portare ad ebollizione i liquidi più velocemente rispetto al classico pentolino sul fuoco o al forno a microonde. Il calcare nel bollitore, però, si può formare velocemente e questo può pian piano causare un rallentamento della bollitura. La formazione di calcare, poi, oltre a risultare parecchio antiestetica può anche modificare i sapori di caffè, latte e gli altri liquidi che si inseriscono nel bollitore. Per questo motivo pulire il bollitore è davvero un’operazione da non sottovalutare!

Come pulire il bollitore elettrico con l’aceto

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

bollitore elettrico
bollitore elettrico
  1. Se avete intenzione di utilizzare l’aceto per la pulizia del vostro bollitore dovete preparare una soluzione di acqua e aceto in proporzione 1:1.
  2. Lasciate agire acqua e aceto nel bollitore almeno per un’ora senza scaldare.
  3. Trascorso questo tempo, rovesciate l’acqua e verificate che all’interno del bollitore non sia ancora presente del calcare. In questo caso potete strofinare l’interno con un pochino di bicarbonato e poi pulire con una spugna umida.
  4. Dopodiché, risciacquate con cura almeno cinque o sei volte prima di utilizzare il bollitore.

Come pulire il bollitore elettrico con il succo di limone

  1. In questo caso potete decalcificare il bollitore preparando una soluzione con 500 ml di acqua e 30 grammi di succo di limone.
  2. Versate il liquido nel bollitore, fatelo bollire poi spegnete e fate raffreddare prima di svuotarlo.
  3. In caso di residui di calcare, trattate la superficie come indicato nel procedimento precedente con l’aceto.

Come pulire il bollitore non elettrico

bollitore
bollitore

Se siete rimasti fedeli al classico bollitore di alluminio anche in questo caso l’aceto bianco sarà il vostro alleato:

  1. Riempite il bollitore con una soluzione di acqua e aceto in pari quantità, mettete sul fuoco e portate a bollore.
  2. Lasciate bollire per qualche minuto e fin dai primi istanti dovreste notare che pian piano il calcare inizierà a staccarsi dalle pareti.
  3. Lavate accuratamente il bollitore con il detersivo e risciacquatelo con cura prima di usarlo di nuovo!

Sapete come imburrare una teglia senza fare errori?

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

0/5 (0 Reviews)

Cachi essiccati: come farli e le loro proprietà

Prepariamo i pancake proteici che faranno invidia a Braccio di ferro!