Volete sapere come poter sostituire l’alcol nei dolci? Ecco tutti i consigli e le migliori soluzioni senza alcolici per le vostre ricette.

Da sempre, liquori dolci e alcolici di vario genere sono usati in pasticceria. Sempre più spesso, però, si cercano alternative per sostituire l’alcol nei dolci. Non a tutti può piacere il retrogusto audace di questi aromi; soprattutto, si cerca di evitarli per torte o preparazioni destinate anche ai bambini.

Se in passato venivano usati i liquori disponibili, oggi vengono creati prodotti appositi per aromatizzare un buon pan di Spagna. Oltre che ad arricchire di gusto le nostre ricette, queste bevande vengono usate anche per creare delle bagne e ammorbidire un certo impasto. I più colorati possono rendere anche scenografico l’aspetto di un dolce; in linea generale, però, si usano per smorzare la dolcezza di un dessert o di una crema e rendere meno stucchevole il sapore. Talvolta, la loro presenza può risultare indispensabile, ma vi sono altri aromi – privi di alcol – che possono ricordare il loro gusto.

10 ricette per tenersi in forma

Sostituire alcol nei dolci
Sostituire alcol nei dolci

Come sostituire l’alcol nei dolci con altri aromi

Come vedremo più avanti, capita spesso che l’alcol possa evaporare durante la cottura, incidendo in minima parte su una ricetta. Se la prerogativa rimane, comunque, quella di non usare bevande alcoliche o liquori, vi sono alcuni semplici consigli su come sostituire gli alcolici nelle torte.

Più complesso è trovare un alternativa al rum, caratterizzato da un sapore molto particolare. La soluzione più valida è quella di usare un rum analcolico, ma anche uno sciroppo di mandorle farebbe la sua parte. Nelle stesse quantità, previste dalla ricetta, potete sostituirlo con il succo di ananas o uva bianca, o anche quello di mela.

Al posto del cognac si consiglia uno sciroppo alla frutta, come albicocche o pesche, o un succo alla pera. Lo champagne può essere sostituito da qualcosa di altrettanto frizzante, come un succo di mirtillo o uno spumante di sidro di mele. In sostituzione alla grappa, usiamo un succo d’uva bianco, che può essere mescolato allo zucchero a velo per ricreare il sapore di un moscato.

In alternativa al brandy di mele per dolci sono adatti sia un sidro che un succo di mele. Per il brandy di albicocche, invece, potete utilizzare lo sciroppo contenuto in un barattolo di albicocche sciroppate.

Vi state chiedendo come sostituire il cointreau nei dolci? Essendo un liquore molto profumato, il cointreau può essere sostituito da un prodotto altrettanto fragrante. La soluzione più semplice è un concentrato di succo d’arancia. Per sostituire un liquore all’arancia, si può creare un mix di concentrato, succo, scorza e marmellata di arance.

L’alcol evapora in cottura?

La vera e propria parte alcolica in un prodotto, ovvero l’etanolo, potrebbe evaporare durante la cottura del dolce. Tuttavia, la quota alcolica che evapora è minima e varia in base a vari fattori. Alla fine della preparazione, in un impasto può rimanere una quantità variabile, tra il 15% e il 95%. Questa percentuale può cambiare in base alle dimensioni dello stampo o la composizione della ricetta.

Un altro dato importante è il tempo di cottura. Con una cottura al forno breve di 15 minuti, resta il 40% di quota alcolica; una cottura di 30 minuti mantiene il 35%, mentre con una di 1 ora resta solo il 25%. In una cottura al forno di 2 ore e mezzo, rimane traccia solo del 5 % di alcol.

Siete amanti di liquori? Non potete perdervi un buonissimo liquore alla liquirizia fatto in casa.

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 01-03-2022


Come individuare la misura giusta della teglia in poche mosse!

Guida creativa per riciclare le bucce di mandarino!