Ingredienti:
• 180 g di farina 00
• 120 g di amido di riso
• 7 uova biologiche
• 280 g di burro
• 350 g di zucchero
• 150 g di latte condensato
• 80 g di olio di riso
• ¼ di cremor tartaro
• 1 pizzico di cannella
• 1 pizzico di anice stellato
• 1 pizzico di cardamomo
• 1 pizzico di chiodi di garofano
• colorante rosso q.b.
• colorante verde q.b.
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 35 min
cottura: 40 min

La Kek lapis è considerata una delle torte più difficili al mondo. Scopriamo insieme come realizzarla in una versione casalinga ma di sicuro effetto.

Quando si parla di dolci, a volte si può aver voglia di realizzare qualcosa di diverso e di scenografico. La kek lapis rientra in questa tipologia di dolci. Si tratta infatti di una torta malese a strati che per via della sua realizzazione è considerata una delle più difficili al mondo.

Protagonista nella finale di Bake off Italia 2022, è certamente una torta che sa come farsi ammirare.
Se vederla vi ha fatto venir voglia di cimentarvi nella sua preparazione, oggi vi illustreremo passo passo la versione casalinga. Il risultato sarà davvero di grande impatto e conquisterà sicuramente tutti.

10 piatti detox per rimettersi in forma dopo le feste

torta kek lapis
torta kek lapis

Preparazione della ricetta della kek lapis

  1. Iniziate mescolando insieme la farina con l’amido di riso e le spezie.
  2. In un’altra ciotola sbattete insieme 230 g di burro con 200 g di zucchero. Il risultato dovrà essere un composto chiaro e spumoso.
  3. Aggiungete al tutto 100 g di latte condensato e l’olio di riso e mescolate ancora una volta in modo da ottenere un impasto omogeneo.
  4. A questo punto, separate i tuorli dagli albumi e inserite pian piano i primi. Il trucco sta nel procedre con il successivo solo quando il primo risulta ben assorbito nell’impasto.
  5. Ora aggiungete il mix di farina, amido e spezie e continuate a mescolare.
  6. In una ciotola capiente, montate a neve i 7 albumi e aggiungetegli il resto dello zucchero e il cremor tartaro. Il risultato dovrà essere una neve ben montata.
  7. A questo punto, aggiungete pian piano gli albumi al resto dell’impasto e fatelo cercando di incorporarli senza smontarli. Per farlo è meglio procedere con movimenti lenti e rotatori che vanno dal basso verso l’alto.
  8. È giunto il momento di colorare l’impasto. Per farlo, dividetelo in tre ciotole diverse. Aggiungete del rosso nella prima e del verde nella seconda e mescolate con cura in modo da ottenere dei colori omogenei. La terza ciotola dovrà rimanere del suo colore naturale.
  9. In un’altra ciotola mescolate il resto del burro con due cucchiai di latte condensato.
  10. Prendete una teglia quadrata e rivestitela con carta forno. Versate al suo interno 1/3 dell’impasto naturale e fatelo cuocere per 5 minuti in forno preriscaldato a 170°C. A fine cottura, livellate il tutto lisciandolo con l’aiuto di una spatola.
  11. Spennellate la superficie con il mix di latte condensato e burro e versarvi sopra 1/3 dell’impasto di colore rosso, facendo cuocere il tutto per altri 5 minuti.
  12. Una volta pronto, ripetete l’operazione con l’impasto chiaro, poi con quello rosso e poi di nuovo con quello chiaro e verde e continuate così fin quando gli impasti colorati non finiscono. Dovrebbe restarvi una piccola parte di quello naturale.
  13. A torta cotta, attendete che si raffreddi, ed estraetela dallo stampo.
  14. Tagliatela in lunghi rettangoli alti e larghi allo stesso modo e spalmate le stesse su tutti i lati con il latte condensato. A questo punto potete assemblarle in modo sfalsato e per ottenere il tipo di disegno geometrico che preferite.
  15. Fatto ciò, avvolgete quanto appena realizzato nella pellicola trasparente e fate raffreddare il tutto per 30 minuti. Ciò servirà a fargli mantenere la forma.
  16. Nell’attesa, prendete il resto dell’impasto chiaro e versatelo su una teglia rettangolare facendolo cuocere per 5 minuti. A cottura ultimata, lisciatelo sempre con l’aiuto di una spatola.
  17. Sistematelo sul piano da lavoro, fatelo raffreddare per bene e spennellatene la superficie con il latte condensato.
  18. Riprendete la torta a strati e inseritela al suo interno avvolgendo la parte chiara come fosse un rotolo.
  19. Tagliate eventuali bordi che avanzano e rimettete il tutto in forma avvolgendo la torta ormai pronta nella pellicola trasparente e attendendo per almeno un paio d’ore.
  20. Trascorso il tempo potrete servire la vostra torta più che scenografica.

Conservazione

Questa torta si mantiene al meglio in frigo per 2 o 3 giorni purché ben coperta da una campana di vetro.

Se questa ricetta vi è piaciuta, provate anche quella della torta Sacher di Knam!

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2023 - DV

Torte

ultimo aggiornamento: 01-01-2023


Baci di Courmayeur: i friabili biscotti con farina di mandorle e cioccolato

Torta paesana: il dolce lombardo con pane, latte e cacao