Ingredienti:
• 80 g di farina
• 80 g di fecola di patate
• 80 g di mandorle spellate (o 100 g di farina di mandorle)
• 1 cucchiaino di aroma di mandorle amare
• 230 g di zucchero a velo (+ q.b. per la decorazione)
• 4 uova
• 170 g di burro
• 16 g di lievito per dolci in polvere
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 15 min
cottura: 40 min
kcal porzione: 480

La torta panarello è un dolce ligure al sapore di mandorle, la cui particolarità sta nel fatto che viene cotto a partire dal forno freddo.

Originaria di Genova, la ricetta della torta panarello è emigrata anche a Milano. In poco tempo, ha avuto successo anche in territorio lombardo, ma resta comunque un simbolo della Liguria. In patria, questo dolce è uno dei più tradizionali e il suo nome deriva proprio dalla pasticceria in cui ha avuto origine.

Il dessert è molto semplice nell’aspetto, in quanto appare come un impasto soffice, solamente ricoperto da abbondante zucchero a velo. Il suo sapore, invece, è straordinario, arricchito da quello delle mandorle che vengono impiegate durante la preparazione. Amata da grandi e piccoli, in Liguria, viene proposta anche in altre parti dell’Italia e chiamata anche torta panarellina. Prepararla è molto semplice e, in pochi passaggi, potrete avere un ottimo dolce da proporre a feste e banchetti o, se preferite, potete semplicemente gustarla a colazione.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Torta panarello
Torta panarello

Preparazione della ricetta per la torta panarello

  1. Per prima cosa, mettete il burro in un pentolino e scioglietelo. Una volta fatto, lasciatelo raffreddare.
  2. Nel frattempo, mettete le uova in una ciotola e aggiungete lo zucchero a velo. Sbattete il tutto con le fruste elettriche e ottenete un composto spumoso e chiaro.
  3. Successivamente, versate 80 g di mandorle spellate nel recipiente di un mixer e tritatele. In alternativa, potete usare 100 g di farina di mandorle, evitando di dover frullare la frutta secca.
  4. Unitele, poi, alle uova montate e mescolate con una spatola, per incorporarle.
  5. Aggiungete anche il burro fuso e riprendete a sbattere il tutto, con le fruste elettriche.
  6. Versate sul composto anche 1 cucchiaino di aroma alle mandorle amare e, setacciandoli, unite la farina, la fecola di patate e il lievito in polvere.
  7. Poi, continuate a lavorare il tutto, per amalgamare bene gli ingredienti e ottenere un impasto omogeneo.
  8. Prendete uno stampo per dolci (dal diametro di circa 24 cm) e imburratelo e infarinatelo. Versate al suo interno l’impasto.
  9. Infornate a forno freddo (non preriscaldato) e lasciate cuocere a 180°C per 40 minuti. Terminata la cottura, lasciate raffreddare e decorate con zucchero a velo.

Conservazione

Semplice e veloce, la torta Panarello conquista ogni palato. Potete proporla in un’occasione speciale o gustarla a colazione. In ogni caso, conservatela a temperatura ambiente coperta da pellicola trasparente, per massimo 3 giorni.

Se vi è piaciuto questo dolce, non potete perdervi la preparazione della torta con mandorle e cioccolato.

0/5 (0 Reviews)
Torte

ultimo aggiornamento: 08-08-2021


Torta allo yogurt senza uova e burro: la ciambella più light di sempre

Marmellata di fichi d’India, come farla in casa in modo semplice