Ingredienti:
• 1 rotolo di pasta sfoglia
• 150 g di farina 00
• 100 g di mandorle (pelate)
• 120 g di zucchero di canna
• 100 g di amaretti
• 100 g di burro
• 3 uova
• la scorza grattugiata di 1 limone
• 1 bustina di lievito in polvere per dolci
difficoltà: facile
persone: 8
preparazione: 15 min
cottura: 45 min
kcal porzione: 580

La torta russa è un prodotto tipico del repertorio di pasticceria di Verona. Un guscio esterno di pasta sfoglia racchiude un morbidissimo impasto.

Contrariamente a quello che fa pensare il suo nome, la torta russa è un dolce tipico veronese. Il suo nome è al centro di molti racconti. Uno fra tutti ha come protagonista un pasticcere della città di Verona, che avrebbe inventato questo dolce in onore della donna da lui amata, ovvero una signora russa. Ma questa è solo una possibile teoria sul perché questo dolce si chiami così.

Che sia nata da un’ispirazione romantica o meno, la ricetta originale di questo dessert è tanto semplice quanto deliziosa. L’esterno consiste in un involucro di pasta sfoglia. Al suo interno, poi, si nasconde un morbido e fragrante ripieno realizzato principalmente con mandorle e amaretti.

Non perdete tempo e andate in cucina!

10 ricette per tenersi in forma

Torta russa
Torta russa

Preparazione della ricetta per la torta russa

  1. Se non avete 100 g di farina di mandorle, potete ricavarli frullando la stessa quantità di frutta secca. Versate le mandorle nel recipiente di un mixer e tritatele, fino ad ottenere una polvere. Poi, trasferite in una ciotola.
  2. Sbriciolate finemente gli amaretti, con le mani. Mettete da parte anche questi, perché vi servono più in là.
  3. Per l’impasto, prendete un pentolino e mettete al suo interno il burro. Fatelo sciogliere sul fornello.
  4. Nel frattempo, versate le uova e lo zucchero di canna in un recipiente. Montate questo composto con uno sbattitore elettrico, a massima velocità.
  5. Una volta fatto, aromatizzate con la scorza di limone grattugiata. Poi, versate a filo il burro fuso (fatto intiepidire). Lavorate con le fruste per un altro paio di minuti.
  6. Nella ciotola che contiene gli amaretti sbriciolati, versate la farina 00 e il lievito, dopo averli setacciati. Fate lo stesso con le mandorle ridotte a farina e mescolate.
  7. Versate queste polveri sul precedente composto liquido e amalgamate l’impasto usando una spatola, con movimenti dal basso verso l’alto.
  8. Una volta fatto, passate alla pasta sfoglia. Srotolate il rotolo e posizionatelo, mantenendo sotto la carta da forno, nello stampo circolare (dal diametro di 20 cm).
  9. Bucherellate con una forchetta il fondo della pasta sfoglia. Riempitela con l’impasto e livellate la superficie. Potete ripiegare i bordi della pasta verso l’interno.
  10. Fate cuocere la torta russa veronese in forno preriscaldato a 180°C per 45-50 minuti. Quando la superficie appare dorata e cotta, fate la prova dello stecchino. Se esce asciutto, potete sfornare e far raffreddare.

Conservazione

Se cercate dolci facili e veloci, preparate questa torta russa di Verona. La sua consistenza rimane morbida anche il giorno dopo, per poterla gustare ogni volta che se ne ha voglia. Conservatela per 2-3 giorni sotto una campana di vetro.

Per un dolce italiano, ne consigliamo uno dalle vere origini russe: la fantastica torta Napoleone.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 23-02-2022


Non c’è festa senza i dolci coriandoli di Carnevale

Come si prepara la ricetta della Nutella proteica?