Ingredienti:
• 220 g di farina 00
• 190 ml di acqua
• 6 uova
• 1 pizzico di sale
• 45 g di zucchero semolato
• 70 g di burro
• olio di semi q.b.
• zucchero a velo q.b.
difficoltà: facile
persone: 10
preparazione: 20 min
cottura: 20 min
kcal porzione: 450

Adatti per il 19 marzo, i tortelli dolci di San Giuseppe sono anche delle perfette delizie da gustare nel periodo di Carnevale. Ecco la facile ricetta.

Principalmente, i tortelli di San Giuseppe sono dei perfetti dolci per la festa del papà. Un prodotto tipico, originario della Lombardia, che può rendere speciale e delizioso il 19 marzo. Tuttavia, sono talmente deliziosi da essere preparati anche in più occasioni, perché ogni scusa è buona per assaggiarli. Tradizionalmente, sono creati anche in occasione del giovedì grasso e sono diventati dolcetti di Carnevale adatti ad ogni festicciola.

Amati da grandi e piccoli, sono delle piccole sfere di impasto semplice. Croccanti fuori e morbidi dentro, vengono fritti in abbondante olio. Si preferisce gustarli senza ripieno, per abbandonarsi alla tenerezza del loro impasto, che ricorda molto la pasta choux, quella dei bignè.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Tortelli di San Giuseppe
Tortelli di San Giuseppe

Preparazione della ricetta per i tortelli di San Giuseppe

  1. Prendete un pentolino e riempitelo con l’acqua. Immergetevi il burro e aggiungete lo zucchero semolato, quindi mettete sul fornello per far bollire.
  2. Lasciate bollire per 2 minuti, poi spegnete la fiamma. Versate su questo composto la farina, a pioggia, e insaporite con un pizzico di sale.
  3. Rimettete sul fornello e mescolate energicamente con un cucchiaio in legno. L’impasto deve addensarsi e staccarsi dalle pareti del recipiente. Dopo circa 4-5 minuti, è pronto e potete spegnere il fornello.
  4. Trasferite il composto in una terrina e lasciatelo raffreddare. Successivamente, potete incorporare un uovo alla volta, amalgamando completamente con le mani.
  5. Riempite una pentola con abbondante olio di semi e mettete sul fornello per farlo riscaldare. Quando raggiunge la temperatura di 170-180°C, potete cominciare a friggere i tortelli di Carnevale.
  6. Prendete un po’ di impasto alla volta e, aiutandovi con due cucchiaini, modellatelo per formare delle palline. Immergetele nell’olio e lasciatele cuocere per un po’, fino a che si gonfiano e diventano dorate. Ricordate di cuocere solo pochi pezzi alla volta.
  7. Man mano che sono pronti, scolateli con una schiumarola e metteteli ad asciugare su un vassoio ricoperto con carta assorbente. Una volta pronti, spolverizzate con zucchero a velo.

Conservazione

I tortelli vuoti di San Giuseppe sono sempre un successo e vanno letteralmente a ruba. Se dovessero avanzare, potrete conservarli in un contenitore ermetico per 2 giorni.

Perfette per Carnevale, preparate le castagnole con crema pasticcera!

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 14-03-2022


Morbida e profumata, è la cheesecake greca melopita

Granola proteica con la ricetta fit e salutare