Ingredienti:
• 300 g farina Manitoba
• 200 g zucchero
• 1 cubetto di lievito di birra
• 400 ml acqua tiepida
• 40 g burro temperatura ambiente
• 4 uova temperatura ambiente
• 1 pizzico di sale
• 150 ml rum
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 15 min
cottura: 35 min
kcal porzione: 473

Volete sapere come preparare a casa un’ottima torta babà con il Bimby? Seguite i nostri consigli e non ve ne pentirete!

La ricetta del babà con il Bimby è davvero semplice da realizzare: grazie al vostro attrezzo da cucina riuscirete ad accorciare i tempi di preparazione che, in sua assenza, avrebbero richiesto un tantino di pazienza in più. Il babà al rum è uno dei dolci tipici della tradizione napoletana, realizzato con una base lievitata che viene poi affogata (come anticipa il nome) in una bagna al rum.

Un sapore armonioso che nasce dall’unione contrastante del soffice dolce col gusto forte del liquore. La forma classica a fungo del babà è ormai conosciuta in tutto il mondo, ma noi prepareremo questo dolce a casa cuocendolo in uno stampo per ciambelle… l’importante sarà il sapore finale! Consiglio: assicuratevi che le uova e il burro siano a temperatura ambiente prima di mettervi all’opera.

10 ricette per tenersi in forma

Babà con il Bimby
Babà con il Bimby

Preparazione della ricetta per il babà con il Bimby

  1. Versate nel boccale 50 g di zucchero, le uova, il burro, il lievito sbriciolato e il sale, e fate impastare per 30 secondi a velocità 7.
  2. Quando il composto sarà ben amalgamato incorporate la farina e continuate la lavorazione per 30 secondi alla stessa velocità. Lasciate lievitare per 30 minuti.
  3. Impastate per altri 10 minuti a velocità 7 e poi distribuite il composto in uno stampo a ciambella zigrinato precedentemente imburrato. Fate lievitare per 1 ora.
  4. Cuocete la torta babà in forno preriscaldato a 200° C per 10 minuti, poi abbassate la temperatura a 180° C e fate cuocere per altri 25 minuti.
  5. Preparate la bagna versando l’acqua nel Bimby con lo zucchero rimanente. Impastate a velocità 1 per 5 minuti con temperatura a 60° C. Unite il rum allo sciroppo e mescolate.
  6. Quando il dolce sarà ben raffreddato, versate la bagna al rum sulla sua superficie poco alla volta.
  7. Fate raffreddare e servite ai vostri ospiti!

Se desiderate, aromatizzate la bagna con scorza d’arancia o limone, oppure con due fiale di aroma alla mandorla.

La vera storia del babà

L’origine del babà napoletano proviene dal freddo Nord della Francia. Tutto nacque nel Settecento quando il re polacco Stanislao Leszczinski, in esilio, un giorno bagno il kugelhupf con la medeira, poiché lo percepiva troppo secco. Fu lui stesso a coniare il termine “kugelhupf ubriaco”, il quale più tardi venne bagnato invece col rum su decisione di sua figlia Maria, fidanzata del sovrano francese Luigi XV.

In Francia il babà prese così la forma del tipico fungo e, nell’800, nacque anche la sua variante a forma di ciambella. Già nel 1836 il babà appare come un vero e proprio Status Symbol napoletano dopo l’arrivo in Italia di Maria Luigia di Parma, altra sovrana francese. La ricetta originale entra così in tutte le case italiane segnando la pasticceria del Regno delle due Sicilie, e arrivando qui fino a noi.

Conservazione

Conservate questo dolce facile e veloce in frigo per 3 giorni.

Provate anche la ricetta consigliata del babà di Iginio Massari, vi sorprenderà!

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 02-04-2022


Torta mascarpone e Nutella: alta, soffice e golosissima!

Solo panna e fragole, vi presentiamo la shortcake giapponese