Il Ghee (o Ghi) è una tipologia di burro chiarificato, proveniente dalla cucina indiana. Ecco le sue proprietà benefiche, i valori nutrizionali e come si prepara.

Proveniente dalla cucina indiana, il Ghee è una tipologia di burro chiarificato. Noto anche come Ghi, questo prodotto è alla base della medicina Ayurvedica e viene anche usato come elisir di giovinezza. A livello mondiale, la sua popolarità è limitata, ma in tempi recenti sono tante le culture che ne stanno scoprendo i benefici. Grazie alla sua semplice composizione, infatti, questo ingrediente ha ottimi valori nutrizionali ed è facilmente digeribile. Inoltre, è anche molto semplice da preparare in casa.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Ghee
Ghee

Cos’è il Ghee, il burro indiano

Il processo di preparazione del Ghee permette di eliminare tutta la parte proteica del comune burro. Il risultato è un prodotto privo di caseina e di lattosio, che diventa adatto anche per chi è intollerante a queste sostanze. Inteso come integratore alimentare, questo ingrediente è caratterizzato da molte proprietà benefiche per l’organismo. In primis, è considerato un alimento sattvico ed è alla base di alcuni trattamenti della medicina Ayurvedica, in quanto favorisce l’equilibrio tra benessere mentale e fisico. Esso può giovare alla memoria e all’intelligenza, oltre che al meccanismo intestinale.

Molto importante è anche la sua azione antiossidante, affiancata da quella di rafforzamento del fuoco digestivo, che evita la formazione di tossine. Essendo un alimento ad alta digeribilità, contribuisce all’apporto di energia e vitalità e nutre la flora batterica intestinale, migliorando il benessere del corpo.

L’apporto calorico di questo burro chiarificato è pari a 900 kcal. Un valore più alto rispetto a quello del burro normale che, invece, comprende 716 kcal. Per il 99% è composto da grassi saturi, a catena corta: questi sono i più nobili e vengono subito assimilati dall’organismo. In questi nutrienti sono inoltre presenti anche tante vitamine liposolubili, come quelle A, D, E e K.

Come si prepara il Ghee e a cosa serve

Il dettaglio più importante circa il Ghee è scoprire come farlo in casa. Prepararlo è molto semplice e serve solo del burro comune, preferibilmente biologico. Un ingrediente naturale e di alta qualità permette di ottenere un risultato altrettanto buono e ricco di proprietà benefiche. Per questa preparazione avete bisogno anche di una garza sterile. Utilizzate 250 g di burro bio per ricavare circa 175 ml di Ghee.

  1. Tagliate il burro a dadini e mettetelo in un pentolino dal fondo molto spesso.
  2. Accendete il fornello a fiamma molto bassa e fatelo sciogliere, mescolando di tanto in tanto.
  3. Quando cominciano a formarsi delle striature bianche, alzate la fiamma. In questo modo, facilitate la formazione della patina bianca in superficie.
  4. Eliminatela con una schiumarola.
  5. Continuate a far cuocere, tornando a una fiamma molto bassa. La cottura deve continuare per altri 20 minuti, nei quali il burro deve diventare sempre più trasparente e liquido.
  6. Terminata la cottura, spegnete e fate raffreddare. Successivamente, filtratelo attraverso una garza. Versatelo in vasetti con chiusura ermetica, precedentemente sterilizzati. Man mano che si raffredda, il prodotto diventa sempre più cremoso.

Una volta preparato, potete conservarlo in frigo o anche fuori da esso, in un luogo fresco e lontano dalla luce. Il Ghee rimane ottimo anche se conservato per lunghi periodi. Potete usarlo come sostituto del comune burro, impiegandolo in una varietà di ricette o per friggere. Questo prodotto è ottimo anche se gustato da solo e spalmato su una fetta di pane.

Adesso, non vi rimane che scoprite tutti i segreti del burro chiarificato!

Riproduzione riservata © 2021 - DV

ultimo aggiornamento: 16-11-2021


Conosciamo meglio la colla di pesce: cos’è e come si produce

Usi alternativi (e impensabili) per sfruttare le proprietà della Coca Cola