Può capitare a tutti di trovare in frigo della pasta sfoglia scaduta. Ecco cosa possiamo fare in questi casi e come utilizzarla oltre la scadenza.

A chi non è capitato, almeno una volta, di dimenticare un determinato prodotto in frigo? Molte volte può accadere anche con la pasta sfoglia scaduta da un mese. Che sia confezionata o meno, questa deve essere consumata entro un certo periodo, affinché non faccia male al nostro organismo. Controllare la scadenza per la pasta sfoglia confezionata è molto facile. In questo caso, basta individuare sulla confezione le espressioni “da consumare entro” (che impone di non usarla oltre una certa data) e “da consumare preferibilmente entro”, che dà la possibilità di usufruirne anche alcuni giorni dopo il termine ultimo.

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Pasta sfoglia scaduta
Pasta sfoglia scaduta

Entro quando consumare la pasta sfoglia scaduta

Nel caso in cui abbiamo davanti una pasta sfoglia fatta in casa, è possibile utilizzarla ancora, ma solamente seguendo alcuni importanti accorgimenti. Questa può essere conservata ben avvolta e sul ripiano più fresco del frigo, per 2-3 giorni.

Innanzitutto, la pasta deve essere ben sigillata e avvolta nella carta da cucina. Se risulta unta in superficie, presenta delle chiazze secche o lucide ed emana un cattivo e pungente odore, evitate categoricamente di usarla. Questo vale anche nel caso in cui troviate delle muffe sull’impasto. Inoltre, tali regole valgono anche per la pasta sfoglia fresca confezionata, a meno che non ci sia l’espressione “da consumare entro” sulla confezione.

Se vi accorgete che è scaduta, ma non potete utilizzarla subito, potete seguire le linee guida su come congelare la pasta sfoglia. Così facendo, durerà 3-4 mesi in più. Quando la scongelate, ricordate di consumarla subito o – in caso estremo – conservarla in frigo, ben avvolta, per altri 2-3 giorni massimo.

Pasta sfoglia in scadenza: le ricette per utilizzarla

Come vi abbiamo spiegato in precedenza, la pasta sfoglia può essere utilizzata in determinate circostanze (anche in caso fosse già scaduta): quando alla vista e all’olfatto risulta essere ancora integra e intatta. Se poi la pasta sfoglia è in scadenza potete stare tranquilli e andare alla ricerca di consigli per utilizzarla. Se non presenta muffe o emana cattivo odore, potete comunque usarla per la preparazione di uno strudel di mele. Ci sono, poi, tante ricette per dolci con pasta sfoglia da fare in casa. Nel periodo natalizio vi proponiamo anche la dolce preparazione di uno scenografico e dolcissimo albero di Natale con pasta sfoglia.

Riproduzione riservata © 2021 - DV

ultimo aggiornamento: 04-11-2021


Segreti e consigli su come conservare la torta di mele!

Tutto ciò che c’è da sapere su dove e come conservare i limoni