Ingredienti:
• 1 kg di amarene (senza nocciolo)
• 500 g di zucchero semolato
• il succo di 1 limone
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 15 min
cottura: 45 min
kcal porzione: 236

La classica ricetta della marmellata di amarene è pratica anche da fare in casa. Ecco come averla sempre a disposizione!

Una delle confetture più amate è proprio quella di amarene. Questa varietà di ciliegie si presta molto bene a qualsiasi tipo di conserva. La ricetta classica permette di mantenere invariato il gusto naturale della frutta, ottimo se abbinato a un dolce elaborato o, semplicemente, spalmato su una fetta di pane morbido. Fare in casa la ricetta per la marmellata di amarene è semplice, anche se richiede un po’ di pazienza. Prima di procedere, infatti, dovete attendere un lungo tempo di riposo affinché i frutti siano pronti. Il risultato, però, soddisferà di gran lunga tutte le attese. Andiamo al procedimento!

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Marmellata di amarene
Marmellata di amarene

Come si fa la marmellata di amarene

  1. La ricetta per la marmellata di amarene parte proprio dalla frutta. Lavate e asciugate con un panno pulito questa varietà di ciliegie.
  2. Tagliatele a metà per privarle del picciolo e del nocciolo. Ricordate di fare ciò con una ciotola sotto, perché in questo modo potrete raccogliere il succo che i frutti perdono.
  3. Lasciate le metà tagliate nella medesima ciotola e aggiungete anche lo zucchero e il succo di un limone. A questo punto, dovete far macerare gli ingredienti per qualche ora (almeno 5). Per un risultato ancora più ottimale potete cominciare la ricetta per la confettura di amarene la sera, così da lasciar riposare la frutta per tutta la notte.
  4. Trascorso il tempo di macerazione, trasferite il tutto in una pentola ampia e con bordi alti e accendete il fuoco a fiamma bassa. Fate cuocere per circa 45 minuti e mescolate di tanto in tanto.
  5. Quando i frutti si saranno quasi sciolti, fate la prova del piattino per capire se la marmellata di amarene è pronta. Prendete una piccola quantità con il cucchiaino e lasciatela sul piatto: la densità è ottima se non cola!
  6. Per rendere ancora più liscio il composto, potete utilizzare il frullatore a immersione.
  7. Distribuite la confettura in vasetti in vetro, precedentemente sterilizzati, e chiudeteli ermeticamente.
  8. Capovolgeteli e fateli raffreddare a testa in giù, per creare il sottovuoto. Quando i barattoli saranno freddi, premete sul tappo e, se fa il classico “click clack”, il sottovuoto è realizzato!

Conservazione

Come tutte le altre confetture, anche la ricetta per la marmellata di amarene prevede alcuni accorgimenti per la conservazione nei barattoli. Per mantenere in ottimo stato la conserva, dovete tenere i vasetti in vetro in un luogo buio e fresco. Quando ne aprite uno, ricordate di trasferirlo in frigo e di consumarne il contenuto in massimo una settimana. Ad ogni modo, potete seguire una pratica guida per capire come conservare la marmellata.

Se siete amanti di questa conserva, ma avete poco tempo per dedicarvi alla cucina, provate la ricetta per la confettura di amarene con Bimby!

0/5 (0 Reviews)

Strudel di ciliegie, la risposta estiva di questo classico dolce

Sfogliatine di mele, golose e veloci da preparare