Ingredienti:
• 150 g di farina 00
• 150 g di farina Manitoba
• 1 pizzico di sale
• 14 g di lievito di birra fresco
• 1 uovo
• 400 ml di latte
• 120 g di zucchero semolato
• 150 g di burro
• 1 albume
• granella di zucchero q.b.
• 1 bacca di vaniglia
• 2 tuorli
• 30 g di amido di mais
• 40 g di zucchero a velo (+ q.b. per la decorazione)
difficoltà: media
persone: 8
preparazione: 35 min
cottura: 25 min
kcal porzione: 515

La tarte tropezienne è un dolce originario di Saint Tropez, composta da una base di pan brioche farcita con la tipica crema.

Originaria di Saint Tropez, la tarte tropezienne è un dolce storico di questa città francese. La sua ricetta originale è un’idea del pasticcere polacco Alexandre Micka, nata nella sua pasticceria nel 1955. In quegli anni, fu l’attrice Brigitte Bardot ad attirare l’attenzione sulla golosa creazione; la diva la assaggiò mentre era in città per girare uno dei suoi film e ne venne conquistata.

Ben presto, la notorietà del dolce si è espansa su tutto il territorio ma la preparazione originale, da allora, è mantenuta segreta, nonostante in molti cerchino di imitare la sua particolare dolcezza.

Ad oggi, infatti, ne esistono alcune versioni che ci permettono di imitarne la bontà originaria. Il dolce di Saint Tropez consiste in due fette di pan brioche che ospitano una golosa farcitura, che si ottiene amalgamando crema pasticcera, crema al burro e chantilly. L’impasto è morbidissimo e reso ancora più dolce dallo zucchero in granella. Insomma, bisogna assaggiarla per capirne il vero gusto.

Tarte tropezienne
Tarte tropezienne

Preparazione della ricetta per la tarte tropezienne

Per realizzare il dolce di Saint Tropez è necessario dividere la preparazione in più passaggi. Il primo consiste nella creazione del morbido impasto di pan brioche; mentre cuoce potete creare la cremosa farcitura, mescolando la crema pasticcera con la crema al burro e la chantilly. In ultimo, non basterà far altro che assemblare il dessert.

Pan brioche

  • 150 g di farina 00
  • 150 g di farina di Manitoba
  • 1 uovo
  • 50 g di zucchero semolato
  • 150 ml di latte
  • 1 pizzico di sale
  • 14 g di lievito di birra fresco
  • 60 g di burro
  • 1 albume
  • granella di zucchero q.b.
  1. Setacciate le due farine, quella 00 e quella Manitoba, e versatele in una ciotola, poi create una fossa al centro.
  2. A queste, aggiungete l’uovo e 50 g di zucchero semolato, poi 150 ml di latte tiepido (precedentemente scaldato).
  3. Sbriciolate il lievito di birra, ultimate con un pizzico di sale e lavorate il tutto con delle fruste elettriche. Mescolate per circa 10 minuti, ottenendo un impasto omogeneo.
  4. A questo punto, aggiungete 60 g di burro morbido (lasciato a temperatura ambiente per abbastanza tempo prima di cominciare), tagliato a pezzi. Incorporatelo, usando lo sbattitore.
  5. Una volta creato un impasto morbido e compatto, modellatelo a palla (su un piano infarinato) e mettetelo in una ciotola.
  6. Coprite il panetto con un canovaccio pulito e mettetelo a lievitare in forno spento, per 30 minuti.
  7. Trascorso questo tempo, trasferite l’impasto sul piano infarinato. Stendetelo con il mattarello, formando un disco circolare, dal diametro di circa 22 cm.
  8. Posizionatelo su una teglia, rivestita con carta forno. Coprite con il panno e lasciate lievitare, a temperatura ambiente, per 1 ora.
  9. Successivamente, spennellate l’albume sulla superficie dell’impasto e cospargete la granella di zucchero.
  10. Fate cuocere in forno a 180°C per circa 25 minuti. Una volta cotta, sfornate e lasciate raffreddare completamente.

Crema per la farcitura

  • 250 ml di latte
  • 1 bacca di vaniglia
  • 2 tuorli
  • 30 g di amido di mais
  • 70 g di zucchero semolato
  • 60 g di zucchero a velo
  • 90 g di burro
  • 150 ml di panna fresca liquida
  1. Nel frattempo, occupatevi della crema pasticcera. In un pentolino, versate 250 ml di latte e aggiungete la bacca di vaniglia; fate cuocere a fuoco medio, sfiorando il bollore.
  2. Intanto, lavorate i tuorli e 70 g di zucchero in una ciotola, ottenendo un composto spumoso e chiaro.
  3. Setacciate l’amido e incorporatelo al composto, facendolo assorbire completamente con una frusta a mano.
  4. Una volta fatto, togliete la bacca di vaniglia dal latte e versate nel pentolino il composto a base di tuorli.
  5. Fate cuocere a fuoco medio-basso, mescolando continuamente con la frusta; lavorate fino a quando la crema si addensa.
  6. Spegnete e trasferite la crema in una ciotola. Coprite con pellicola a contatto e lasciate raffreddare in frigo.
  7. Per la crema al burro, unite 40 g di zucchero a velo e 90 g di burro morbido, tagliato a tocchetti, in una ciotola. Montate con le fruste elettriche per 10 minuti.
  8. Infine montate la panna con le fruste elettriche e aggiungete lo zucchero a velo rimasto, così otterrete una golosa crema chantilly.
  9. Recuperate la crema pasticcera e unite la crema al burro e la chantilly, amalgamandole con lo sbattitore elettrico.

Assemblaggio del dolce

  1. A questo punto, potete assemblare il dolce. Mettete l’impasto su un piatto da portata e tagliatelo a metà altezza.
  2. Spalmate la farcitura sul disco che funge da base, poi ricoprite con il disco superiore. Se preferite, potete decorare con ulteriore zucchero a velo.

Conservazione

La tarte tropézienne è un dolce pan brioche con crema, la cui morbidezza si scioglie quasi al palato. Per conservare la sua morbidezza, tenetela in frigo per 2 giorni, chiusa in un contenitore.

Leggi anche
Crema diplomatica gustosa come da pasticceria
0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2024 - DV

Torte

ultimo aggiornamento: 24-03-2023


Prepariamo insieme il crumble alle mele: la ricetta a cui non potrete rinunciare!

Pasqua si avvicina: è ora di preparare la colomba al cioccolato