Ancora poco noto, il cremor tartaro è molto utile in pasticceria ed efficace come lievitante. Ecco cos’è e a cosa serve.

I prodotti disponibili in pasticceria sono infiniti. Non tutti sono adeguatamente conosciuti e sufficientemente utilizzati. Un esempio è il cremor tartaro. A molti di voi, probabilmente, questo nome non dice nulla, in realtà è un componente molto utile. La sua funzione, in poche parole, è la stessa del normale lievito per dolci e si adatta molto bene alle preparazioni di questo tipo. Con una piccola guida, possiamo conoscere meglio questo prodotto e capire come deve essere utilizzato.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Cremor tartaro
Cremor tartaro

Cos’è il cremor tartaro

Indicato anche come cremore di tartaro, la sua denominazione tecnica è bitartrato di potassio. Questo prodotto è un sale di potassio, che deriva dall’acido tartarico e si ottiene dall’uva da vino. Per ricavare questa sostanza sono necessari gli scarti derivanti dalla lavorazione di questa tipologia di frutta. La sua popolarità si estende principale a livello del nord Europa, essendo molto usato nel Regno Unito, ma anche in territorio statunitense.

Le sue origini sono molto lontane. Secondo alcune testimonianze, le prime volte in cui è stato utilizzato in cucina risalgono al periodo della Prima Guerra Mondiale. In questi anni, non erano disponibili molti prodotti per realizzare ricette sia dolci che salate. Tra i lievitanti più diffusi c’era questo prodotto, utilizzato per ottenere impasti soffici e alti.

A cosa serve il cremor tartaro e come si usa

Nonostante sia poco conosciuto, questo ingrediente è molto efficace. Ciò che lo contraddistingue è un’azione stabilizzante, in particolar modo utile per le preparazioni dolci. Per la precisione, la funzione del cremor tartaro è la stessa del lievito. Entrambi sono agenti lievitanti, ottimi per far crescere di volume qualsiasi tipo di impasto e renderlo soffice.

Tuttavia, questo ingrediente deve essere sempre accompagnato da un altro. Non essendo naturale, le sue proprietà emergono solo in conseguenza alla reazione con il bicarbonato di sodio. Insieme, questi due elementi sono in grado di attuare la lievitazione. La sua funzione si adatta principalmente a preparazioni a base di meringa, come la deliziosa torta al limone meringata, a soffici muffin o a una gustosa chiffon cake.


Si possono congelare le uova? Scopriamolo subito

Quali sono gli oggetti da lavare in lavastoviglie? E quali no?