Ingredienti:
• 1 litro di latte fresco
• 300 g di zucchero
• 4 tuorli
• 2 uova intere
• 1 busta di vanillina
• 80 g di zucchero bianco semolato
• 2 cucchiai di acqua
• poche gocce di un limone
difficoltà: facile
persone: 6
preparazione: 60 min
cottura: 120 min

Il budino fiordilatte è una ricetta tipica da preparare per la merenda dei bambini, o come goloso fine pasto che mette d’accordo tutti!

Il fiordilatte bolognese è un dolce al cucchiaio nato in Emilia, e in particolare modo i suoi natali sono reclamati dalla città di Bologna. La storia del fiordilatte bolognese racconta che a codificarne la ricetta fu il padre della cucina moderna italiana, Pellegrino Artusi, che trasse la ricetta originale dalle tradizioni contadine della zona emiliano-romagnola.

Se non conoscete questa ricetta dolce di Bologna, immaginatela come un dolce dalla consistenza simile al caramel o a un budino fiordilatte dall’aspetto rustico, cotto a bagnomaria Una preparazione tradizionale, con ingredienti facili da reperire. Usate la ricetta fiordilatte per creare un dolce dalle grandi dimensioni, oppure scegliete di creare delle mono porzioni versando il composto in piccole formine, pronte per essere gustate dagli ospiti.
Avviciniamoci allora ai fornelli e iniziamo la preparazione del fiordilatte dolce.

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Fiordilatte bolognese
Fiordilatte bolognese

Preparazione della ricetta per il fiordilatte bolognese

  1. Per prima cosa preparate la crema. In una pentola antiaderente mettete il latte con 200 g di zucchero, e fate bollire per circa 1 ora, o almeno fino a che il latte non si sarà ridotto quasi della metà.
  2. Quando il latte sarà condensato, togliere dal fuoco e lasciate raffreddare.
  3. Nel frattempo sbattete in una ciotola i tuorli con due uova intere e il rimanente zucchero.
  4. Versate nel composto delle uova il latte a filo. Incorporatelo delicatamente e aggiungete la vanillina mescolando il tutto con l’aiuto di una frusta. Il composto risulterà omogeneo e cremoso.
  5. Occupatevi ora del caramello. In un pentolino versate zucchero, acqua e poche gocce di limone. Fate sciogliere a temperatura media, fino a che non otterrete uno sciroppo ambrato e consistente.
  6. Versate il caramello in un grande stampo (o se preferite in stampi più piccoli) e poi finite di riempirli con la crema, aiutandovi con un mestolo.
  7. È il momento del bagnomaria. Accendete il forno a 120°C, e in una teglia versate tre o quattro dita di acqua, sufficiente a coprire per 3/4 i vostri stampi.
  8. Lasciate cucinare la crema per circa 2 ore, o fino a quando non apparirà una crosticina in superficie.
    Potete cucinarlo anche sui fornelli, in una pentola, coprendo di acqua gli stampi per 3/4 e facendo cuocere a temperatura media, senza mai far bollire l’acqua, per circa 2 ore.
  9. A fine cottura lasciate raffreddare gli stampi in acqua, e prima di servirli capovolgeteli in un piatto da portata, in modo che il caramello possa scivolare perfettamente sul dolce.

Conservazione

Il fioedilatte bolognese si conserva perfettamente in frigo in un contenitore ermetico per massimo 4 giorni.

Se vi è piaciuto questo dolce, provate la ricetta del creme caramel.

4.5/5 (2 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 02-02-2022


Mug cake vegan al microonde leggera e golosa

10 dolci di Carnevale fritti, golosi e veloci (da non perdere)