Ingredienti:
• 1 kg di farina
• 100 g di zucchero (+ q.b. per la decorazione)
• 25 g di lievito di birra
• 1 bicchiere di acqua
• 5 uova
• 1/2 bicchiere di olio d’oliva
• 1 bicchiere di vino rosso
• la scorza grattugiata di 1 limone
• 1 pizzico di sale
• olio di semi q.b.
difficoltà: facile
persone: 4
preparazione: 40 min
cottura: 20 min
kcal porzione: 480

Vediamo come preparare in casa le nacatole calabresi, dei dolcetti fritti tipici, con una facile ricetta e aromatizzandoli con il vino.

Dal repertorio di dolci tipici della tradizione calabrese arrivano tante ricette facili e veloci. Oggi, vi presentiamo quella per le nacatole calabresi che, secondo la tradizione, sono preparate principalmente durante il periodo di Natale e quello di Carnevale. Semplici da fare e buoni da gustare, questi dolcetti sono buoni tutto l’anno.

Consistono in una sorta di biscotti grandi, fatti con un particolare impasto morbido. L’impasto base è fatto con ingredienti comuni; in più, dovete aromatizzarlo con vino rosso o, in alternativa, con del liquore all’anice. Tradizionalmente hanno forma ad anello, come delle ciambelle, ma potete anche creare dei filoncini e intrecciarli. Cosa più importante è la cottura: le nacatole dolci calabresi vanno fritte in abbondante olio caldo.

Prepariamo subito questi irresistibili dolcetti della tradizione!

10 ricette per tenersi in forma

Nacatole calabresi
Nacatole calabresi

Preparazione della ricetta per le nacatole calabresi

  1. Per prima cosa, setacciate 300 g di farina e versatela in una ciotola.
  2. Versate un bicchiere di acqua in un pentolino e scaldatela; poi, immergetevi il lievito di birra e 20 g di zucchero. Mescolate, per far sciogliere il lievito.
  3. Unite questo miscuglio alla farina e impastate. Una volta ottenuto un impasto omogeneo, copritelo con un canovaccio e mettetelo in un luogo caldo, per far lievitare per 30 minuti.
  4. Trascorso questo tempo, setacciate i restanti 700 g di farina e versateli a fontana su una spianatoia.
  5. Scavate una fossetta al centro, aggiungete le uova, l’olio d’oliva, il vino rosso e il restante zucchero (80 g).
  6. Ultimate con un pizzico di sale e con la scorza grattugiata di limone; mescolate energicamente il tutto, per incorporare ciascun ingrediente.
  7. Quando comincia a diventare sodo, unite l’impasto che avete fatto lievitare e incorporateli.
  8. Quando l’impasto diventa un panetto morbido e omogeneo, lasciatelo riposare alcuni minuti sul piano da lavoro.
  9. Successivamente, staccate dei pezzi dall’impasto e modellateli per creare dei filoncini non molto lunghi e abbastanza spessi; ricongiungete le due estremità, in modo da dargli la forma di una ciambella.
  10. Man mano che le nacatole dolci prendono forma, disponetele sulla spianatoia; in fine, copritele con un canovaccio e lasciatele lievitare pochi minuti.
  11. A questo punto, potete proseguire con la frittura. Riempite con abbondante olio di semi una pentola antiaderente. Immergete un dolcetto alla volta e fatelo friggere fino a doratura.
  12. Man mano, poggiateli su un vassoio ricoperto con carta assorbente e decorateli con zucchero semolato. Al termine, serviteli.

Conservazione

Le nacatole calabresi sono dolci tipici di Natale, ma sono buone da mangiare tutto l’anno. Potete conservarle in un contenitore ermetico, per 3-4 giorni.

Scoprite tutti i dolci calabresi natalizi.

0/5 (0 Reviews)

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 06-10-2022


Torta dolce di barbabietole e cioccolato… l’avete mai provata?!

Più veloce e più gustosa, prepariamo la marmellata di mandarini con il Bimby