Congelare la pasta sfoglia fatta in casa (o quella comprata già pronta all’uso) è un’ottima idea per averla sempre a disposizione. Scopriamo come farlo correttamente!

La pasta sfoglia è una di quelle basi pronte che non si può non avere di scorta in frigorifero. È così versatile che può rivelarsi un asso nella manica soprattutto in quelle occasioni in cui non si ha molto tempo per cucinare o quando si presentano amici all’improvviso e si vuole preparare qualcosa di sfizioso in pochi minuti. Che si tratti di ricette dolci o salate poco importa perché la sfoglia, con il suo gusto neutro, è davvero un’ottima base per tantissime ricette. Per questo può essere utile congelare la pasta sfoglia per averla di scorta e non farla andare a male in frigorifero. Cerchiamo di capirci qualcosa in più!

Come conservare la pasta sfoglia cruda

La pasta sfoglia cruda acquistata al supermercato ha una precisa data di scadenza, potete congelarla subito dopo l’acquisto direttamente all’interno della sua confezione oppure se l’avete tenuta in frigorifero per qualche giorno potete congelarla anche se manca qualche giorno alla scadenza.

Allo stesso modo potete congelare la pasta sfoglia preparata in casa: potete congelarla in un unico panetto oppure potete stenderla e arrotolarla con un foglio di carta forno per non farla attaccare.

congelare la pasta sfoglia
pasta sfoglia da congelare

La pasta sfoglia può essere conservata in freezer anche per 2-3 mesi, per questo non c’è nessun motivo di preoccuparsi se durante la conservazione si oltrepassa la data di scadenza.

Ricordate però che è preferibile congelare la pasta sfoglia non scaduta e che le basi crude come la sfoglia, la brisée, la base per pizza o pane si conservano meglio se congelate a crudo.

Come scongelare la pasta sfoglia congelata

Avete deciso di utilizzare la pasta sfoglia che avete già da qualche tempo in freezer? Per evitare che si ammorbidisca potete tranquillamente toglierla dal congelatore e poi farla scongelare in frigorifero.

Scongelare la pasta sfoglia a temperatura ambiente, soprattutto quando fa caldo, può infatti farla diventare più morbida e difficile da utilizzare.

Come conservare pasta sfoglia cotta

Se avete utilizzato la pasta sfoglia per preparare dei rustici salati o delle pizzette potete conservarli in frigorifero e all’interno di un contenitore ermetico per 2-3 giorni.

Se invece l’avete utilizzata per dolci che contengono delle creme in questo caso è consigliato non conservare a lungo i dolci con la pasta sfoglia poiché la crema renderebbe la base umida e molle, motivo per cui è preferibile consumarli nel più breve tempo possibile.

Già che ci siamo, vi consigliamo di provare i ventagli di pasta sfoglia!

Mai più dieta punitiva! Scarica QUI il ricettario light di Primo Chef.

0/5 (0 Reviews)
Aggiungi al ricettario

Non rinunciare al gusto! Ecco il ricettario per dolci light e buonissimi


Preparare un ciambellone alto e soffice senza burro è possibile: scopri la ricetta!

Panna montata che non si smonta? Ecco il segreto