Come si conserva la pastiera napoletana? Meglio congelarla cotta oppure cruda? Ecco tutte le risposte utili.

La pastiera napoletana, come facilmente intuibile, è uno dei dolci simbolo della pasticceria partenopea ed in particolare del periodo pasquale. Fragrante base di pasta frolla, ricchissimo ripieno di grano, ricotta e uova aromatizzato ai fiori di arancia… è letteralmente impossibile non innamorarsi di questo dolce. Oltre alla ricetta in sé sono tanti gli accorgimenti da tenere a mente: come si conserva la pastiera napoletana? C’è la possibilità di preparare prima il ripieno e congelarlo prima della preparazione finale?

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Come si conserva la pastiera napoletana
pastiera napoletana

Si può congelare la pastiera napoletana cruda? E cotta?

La pastiera cotta può essere congelata per 2-3 mesi senza nessun problema. Al momento del consumo basta scongelarla prima in frigorifero e poi farla riposare un paio d’ore a temperatura ambiente. Il sapore del dolce non ne risente e se siete particolarmente golosi potete aggiungere una spolverata di zucchero a velo prima di servirla.

Si può tranquillamente congelare la pastiera anche da cruda, basta seguire qualche piccolo accorgimento in più. Anche in questo caso è importante fare il passaggio in frigorifero per far scongelare la pastiera cruda prima di procedere con la cottura in forno.

Si può congelare il ripieno della pastiera?

Chi sceglie di congelare la pastiera cruda può anche congelare gli ingredienti separatamente. La base di pasta frolla può essere congelata in panetti avvolti nella pellicola per alimenti e chiusi in sacchetti per il freezer. In alternativa potete congelarla anche già stesa e arrotolata con un foglio di carta forno; ancora più pratico è congelarla nello stampo già stesa e pronta per la cottura.

Potete conservare la pasta frolla fino a tre mesi. Il ripieno di grano, ricotta e uova invece può essere congelato in pratici contenitori di plastica. Prima di preparare la pastiera con gli ingredienti congelati ricordate sempre di far scongelare i vari ingredienti in frigorifero.

Conservare la pastiera fuori dal frigo

Dopo la cottura la pastiera può essere conservata fuori frigo, ma al fresco per qualche giorno, basta seguire alcuni accorgimenti. Per un miglior risultato è importante tagliare la pastiera già cotta a fette e avvolgere ognuna di queste in un foglio di pellicola o di carta forno in modo che non prenda aria.

Chiariti tutti questi dubbi non resta che mettersi all’opera preparando la deliziosa pastiera napoletana.

ultimo aggiornamento: 31-03-2021


Glassa per colomba: tutto quello che c’è da sapere per farla a casa!

Burro anidro: cos’è, caratteristiche e utilizzo