Al mondo esistono tanti tipi di ciliegie, ecco le dieci migliori varietà di questo frutto che si trovano in Italia.

Un antico detto recita “una tira l’altra” e si riferisce proprio a questo piccolo frutto rosso: le ciliegie. In natura esistono molti tipi di ciliegie e ciascuno di essi è bello da vedere e buono da mangiare. In ogni sua varietà contiene sostanze utili all’organismo come vitamine A e C e sali minerali. Nonostante siano molto dolci contengono una giusta quantità di zucchero e, per questo motivo, sono indicate anche per chi soffre di diabete. Tra le qualità delle ciliegie ci sono anche proprietà depurative e disintossicanti, oltre che diuretiche.

In natura se ne possono trovare varie tipologie che si distinguono per sapore e forma. Scopriamo insieme le migliori varietà di ciliegie in Italia!

Tipi di ciliegie: l’amarena

9 ricette autunnalli per la tua tavola

Amarene
Amarene

Tra le migliori varietà di ciliegie, la più diffusa è l’amarena, disponibile tra inizio giugno e metà luglio. Ciò che differenzia questa qualità dalle altre è il suo sapore un po’ acido, accompagnato da una tonalità di rosso molto intensa.

Mora di Cazzano

Mora di cazzano
Mora di cazzano

Dalla provincia veronese, arriva poi la mora di Cazzano, chiamata anche Mora di Verona. Questa varietà è caratterizzata da una luminosa tonalità di rosso tendente allo scuro e a forma sferoidale. Altre peculiarità risiedono nella sua polpa, croccante e dolce, perfetta per essere utilizzata nelle preparazioni dolci.

Ferrovia

C’è poi la qualità Ferrovia, che si trova in Puglia. Questa è una delle prime a maturare, già a maggio, e presenta un colore rosso cangiante fuori e una polpa rosata all’interno. È molto grossa, quasi il doppio rispetto alle altre qualità, il suo nome deriva proprio dalla prima ubicazione delle sue piante: questa ciliegia infatti si trovava vicino ai binari della stagione pugliese del comune di Turi.

Ciliegie ferrovia
Ciliegie ferrovia

Durone nero di Anella

Duroni
Duroni

Una delle qualità di ciliegie più dolci è il Durone nero dell’Anella: una delle ultime a maturare, ovvero a fine giugno. La sua polpa è soda ma succosa, il gusto è molto dolce e la rende perfetta anche per preparare una marmellata senza zucchero. Dovrete aspettare un po’ di più rispetto che con le altre, ma ne varrà sicuramente la pena.

Durone nero di Vignola

Coltivata in Emilia-Romagna è poi il Durone nero di Vignola, che si trova più facilmente in commercio. Questa tipologia ha dimensioni molto grandi e una polpa carnosa, racchiusa in una buccia croccante di un rosso abbastanza scuro tendente al nero. Anche questa varietà cresce più tardi rispetto alle altre, viene infatti raccolta a giugno ma è perfetta per essere gustata in purezza a fine pasto o per una merenda veloce.

Durone nero Vignola
Durone nero Vignola

Ciliegia dell’Etna

Direttamente dalla Sicilia arriva la Ciliegia dell’Etna DOP, coltivata nel territorio del noto vulcano. Questa tipologia ha dimensioni medio-grandi e una polpa compatta e abbastanza dolce, anche se non in maniera eccessiva. Il fatto che le piantagioni di questo frutto sorgano tanto vicino al vulcano la rendono particolare al gusto, insomma sono proprio da provare!

Ciliegie dell'Etna
Ciliegie dell’Etna

Ciliegia del Monte

Un’altra varietà è la ciliegia del Monte, presente in Campania, più precisamente prende il nome dal monte Somma. La sua particolarità è il colore che varia a seconda della parte che si osserva, dal rosso intenso al giallo rosato. Anche la polpa è peculiare e interamente di colore giallo. Il periodo di maturazione non si discosta dagli altri, crescono infatti nel mese di maggio-giugno, non saranno tra le prime ad essere colte ma neanche le più tardive.

Ciliegie del Monte
Ciliegie del Monte

Ciliegia Marostica

La ciliegia di Marostica si trova in Veneto ed è stata la prima in Italia ad aver ottenuto il marchio di riconoscimento IGP. La sua forma è perfettamente rotonda, mentre la polpa è molto soda e particolarmente zuccherina. Il suo colore può variare dal rosso fuoco a una tonalità più scura. Questa qualità è utilizzata anche nella preparazione di salse di accompagnamento di piatti di carne.

Tipi di ciliegie
Ciliegia di Marostica

Ciliegia Malizia

Tipica della Campania è anche la tipologia Malizia, rivestita da un colore rosso rubino molto intenso con sfumature che tendono al violaceo. Il gusto di questo frutto si avvicina di più alla varietà delle amarene, infatti tende a essere più acidulo. Il mese in cui matura è maggio e si distingue dalle altre varietà per le sue grandi dimensioni.

Bella di Pistoia

Anche la Bella di Pistoia presenta dimensioni molto grandi. La sua peculiarità è la polpa chiara di colore rosa scuro, che al palato risulta croccante, dolce e molto saporita. È una delle varietà più buone e, come dice proprio il nome, anche tra le più belle nella forma.

In ogni sua varietà, la ciliegia rimane un ottimo alimento per creare dolci di ogni tipo, come la torta foresta nera, o per fare l’amata marmellata.

Ciliegie

ultimo aggiornamento: 03-06-2021


Tovaglioli di carta personalizzati

Le albicocche: un frutto dai mille benefici