Dal metodo più naturale a quello che si avvale di alcuni importanti strumenti, ecco come essiccare la frutta.

Il metodo di essiccazione è uno dei più antichi, usato specie quando non si avevano elettrodomestici utili per conservare il cibo. In questo modo, gli alimenti vengono privati dei liquidi e la loro consistenza rimane inalterata nel tempo. Allo stesso modo, anche il loro sapore e le loro proprietà nutritive restano intatti. Se volete sapere come essiccare la frutta, sappiate che vi sono vari metodi. Da quello più naturale a quello che si avvale di precisi strumenti, in un modo o nell’altro potete ottenere dell’ottima frutta disidratata.

Vediamo insieme come fare la frutta essiccata in modo casalingo!

Ricette di Primavera: 9 piatti per la tua tavola

Come essiccare la frutta
Come essiccare la frutta

Come essiccare la frutta in casa

Un primo metodo, nonché il più economico, riguarda l’essiccazione al sole. Se vi sono temperature che superano i 30°C potete esporre ai raggi del sole i pezzi di frutta tagliata, poggiandole su griglie metalliche poste su un piano di legno. Ricordate di coprire il tutto con una rete sottile.

Tra i migliori strumenti per essiccare la frutta, c’è l’essiccatore. Questo è un pratico elettrodomestico formato da vari ripiani, in cui predisporre i pezzi di frutta che volete essiccare. Semplicemente azionandolo, al suo interno si formano correnti d’aria calda che permettono di disidratare l’alimento, come avviene con la preparazione delle arance essiccate.

Come essiccare la frutta senza essiccatore

Per una frutta secca fatta in casa vi sono altri metodi semplicissimi. Il più diffuso prevede l’uso del forno: è essenziale impostarlo a una temperatura tra i 40°C e i 60°C, con forno statico e socchiuso o forno ventilato e chiuso. Come per l’essiccatore, anche in questo caso non dovete sovrapporre le fette di frutta. Il tempo necessario per disidratarla va dalle 4 alle 12 ore.

I tempi di essiccatura si riducono con il forno a microonde. Dovete prima cuocere le fette alla massima potenza, cuocendole 1 minuto per ciascun lato. Poi, dovete essiccarle per 30 secondi, girandole di volta in volta, fino a quando si disidratano al punto giusto.

Ma perché essiccare la frutta? Un primo motivo consiste nel conservare l’alimento, facendo in modo che non perda di consistenza. In questo modo, è possibile trasformare le fettine in piccoli snack, come le mele essiccate, che mantengono le proprietà nutritive originali del frutto. Potete usare la frutta disidrata come spuntino o per decorare i vostri dolci.

Inoltre vediamo come preparare dei cachi essiccati.

Riproduzione riservata © 2022 - DV

ultimo aggiornamento: 28-05-2022


Differenza tra lievito e ammoniaca per dolci? Niente più segreti

Tagliare le fragole a ventaglio e realizzare una deliziosa decorazione