10 dolci di Carnevale della tradizione italiana (e non solo) per portare in tavola ricette veloci e golose come impone la cucina del periodo carnevalesco.

Quando si parla di dolci di Carnevale non abbiamo alcun dubbio: vincono a man bassa i fritti. Questo periodo, infatti, è noto per gli stravizi che ci sono concessi prima di affrontare il lungo periodo di Quaresima (che precede a sua volta la Pasqua).

Pensate che le sue origini affondano direttamente all’epoca dei Romani, i quali nella seconda metà di dicembre festeggiavano i Saturnalia. Oggi, come ben sappiamo la data è un’altra, ma le ricette tipiche di Carnevale non sono troppo diverse: gli Antichi erano soliti consumare dei dolci preparati con un impasto a base di farina e uova fritto nel grasso e reso più dolce dal miele. Vi ricorda qualcosa? Non è certo un caso che, da Nord a Sud quasi tutti i dolci di Carnevale ne rappresentino una sorta di evoluzione: chiacchiere, bugie, graffe, cicerchiata sono solo le più famose!

  1. Consigli per fritti perfetti
  2. Chiacchiere di Carnevale
  3. Castagnole
  4. Graffe
  5. Migliaccio
  6. Ravioli dolci di Carnevale
  7. Zeppole
  8. Tagliatelle di Carnevale
  9. Cicerchiata
  10. Crescionda
  11. Frittelle di riso

Dolci di Carnevale fritti: consigli

Siccome, come vi abbiamo accennato, tutti i nostri dolci di Carnevale sono fritti, vogliamo iniziare con qualche premessa anche per chi è alle prime armi.

  • Quando si frigge, la temperatura ottimale dell’olio va da un minimo di 130°C a un massimo di 180°C (solitamente definito “olio bollente”). Se non avete un termometro da cucina regolatevi così: procuratevi uno stecchino e immergete la punta nell’olio messo a scaldare. Se inizia a sfrigolare e si formano delle bollicine alla base, l’olio è a temperatura.
  • Tutte le nostre ricette sono veloci: anche dove, nella tradizione, è previsto il lievito di birra, noi abbiamo fatto delle sostituzioni (con quello classico per dolci) in modo da ridurre i tempi.

1. Chiacchiere di Carnevale

9 ricette autunnalli per la tua tavola

chiacchiere
chiacchiere

Impossibile parlare di dolci carnevaleschi e non iniziare dalle bugie di Carnevale! A seconda della zona una ricetta davvero molto simile, se non praticamente uguale, è nota anche come frappe, cenci, crostoli, galani… Insomma, ormai lo abbiamo capito: ogni regione le chiama in un modo diverso ma grosso modo si tratta sempre di un impasto a base di farina, uova, burro e zucchero (talvolta con l’aggiunta di un liquore) fritto.

Ingredienti per la ricetta delle bugie (per 6/8 persone):

  • 100 g di farina 00
  • 200 g di farina di manitoba
  • 2 uova
  • 40 g di burro
  • 40 g di zucchero
  • 30 ml di marsala dolce
  • 1 pizzico di sale
  • olio per friggere q.b.
  • zucchero a velo q.b.

Per preparare il dolce di Carnevale più famoso di tutti versate le farine, lo zucchero, le uova, il burro morbido, il vino e il sale in una ciotola e impastate. Stendete con l’aiuto della macchina per la pasta (è fondamentale che siano belle sottili!), ritagliate con un’apposita rotella ed effettuate delle incisioni anche al centro, per ricreare la classica forma. Fate poi friggere in olio caldo, sollevate con una schiumarola e servite con abbondante zucchero a velo.

Volete una versione più leggera? Se avete un po’ di tempo in più da dedicare a questa ricetta di Carnevale, ecco le chiacchiere al forno!

2. Castagnole

castagnole
castagnole

Questi dolci fritti veloci vi faranno impazzire: ve lo possiamo garantire! Se non conoscete le castagnole, non sono altro se non delle frittelle di impasto soffice fritte in olio; sono popolari soprattutto in Emilia-Romagna e non vanno confuse con le frittole veneziane, una preparazione simile, ma che differisce per ingredienti (queste ultime hanno anche l’uvetta) e provenienza. Siccome l’uva sultanina non è amata da tutti, con questi dolcetti di Carnevale, andate sul sicuro.

Ingredienti delle frittelle di Carnevale (per 6 persone):

  • 200 g di farina
  • 2 uova
  • 50 g di zucchero
  • 40 g di burro
  • 1 cucchiaio di vino bianco
  • scorza di 1/2 limone
  • 1 pizzico di sale
  • 6 g di lievito per dolci
  • zucchero a velo q.b.
  • olio per friggere q.b.

La preparazione è molto semplice: mettete tutti gli ingredienti in una ciotola capiente e impastate con le mani. Ricavate dunque dei filoncini, che dovrete poi dividere in tocchetti. Passate questi pezzetti tra le mani in modo che diventino belli tondi e fateli friggere in abbondante olio caldo; scolate, asciugate leggermente e spolverate con zucchero a velo.

Anche in questo caso, se avete un po’ di tempo in più, potete provare anche le castagnole al forno.

3. Graffe

graffe
graffe

Tra i dolci di Carnevale, le ricette napoletane meritano una menzione d’onore. Iniziamo con le meravigliose graffe napoletane, un impasto particolare che si prepara con le patate lesse. Sì, avete capito bene: le patate in un dolce! Ai meno esperti sembrerà un’eresia, ma in realtà non è così insolito, soprattutto per quanto riguarda i dolci della tradizione e “di una volta”. Provatele e vedrete che differenza in termini di consistenza e sofficità dell’impasto!

Ingredienti per la ricetta delle graffe veloci (per 4 persone):

  • 250 g di farina 00
  • 200 g di patate lessate e schiacciate
  • 150 ml di acqua
  • 8 g di lievito per dolci
  • 1 cucchiaio di zucchero + quello per decorare
  • 1 cucchiaino di olio di semi
  • 1 pizzico di sale
  • olio per friggere q.b.

La nostra è la ricetta veloce quindi al posto del lievito di birra troverete il classico lievito per dolci, che ci permetterà di far riposare l’impasto per appena 10 minuti. Anche in questo caso, però, se avete tempo precedete con il classico lievito e fate riposare sino al raddoppio. Inoltre, noi partiamo con delle patate già lessate (e schiacciate): se non le avete, dovrete calcolare una mezz’oretta di tempo in più per questo passaggio. Vi abbiamo incuriositi? Ecco allora tutta la ricetta delle graffe napoletane!

Per chi è attento alla dieta (anche a Carnevale), ecco versione più leggera, ma leggermente più lunga da fare: le graffe al forno.

4. Migliaccio

migliaccio napoletano
migliaccio napoletano

Rimaniamo all’ombra del Vesuvio anche con quest’altra fantastica ricetta del Carnevale partenopeo: il migliaccio. Tra i dolci di Carnevale, le torte sono rare (come abbiamo già potuto vedere, i fritti vanno per la maggiore) ma questa ricetta è una vera chicca a base di semolino, ricotta e latte.

Ingredienti per il migliaccio napoletano (per 10 persone):

  • 3 uova
  • 125 g di semolino
  • 250 g di ricotta
  • 250 g di zucchero
  • 500 ml di latte
  • 25 g di burro
  • 125 g di acqua
  • 1/2 cucchiaio di limoncello
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di cannella
  • scorza d’arancia q.b.

In un pentolino ponete acqua, latte, burro, scorza d’arancia, sale, metà zucchero e cannella in un pentolino. Quando si sarà scaldato, potete unire anche il semolino: mescolate con una frusta per circa 8-10 minuti. A parte, unite le uova, il resto dello zucchero, la vanillina, la ricotta e il liquore. Togliete il pentolino da fuoco, eliminate le scorzette e unite il tutto alla crema con ricotta. Versate in una tortiera e infornate a 190°C per 35 minuti.

5. Ravioli dolci di Carnevale

ravioli di carnevale
ravioli di carnevale

In alcune zone d’Italia, i dolcetti di Carnevale per eccellenza sono i ravioli ripieni, rigorosamente fritti e farciti con crema, ricotta, cioccolato o confettura a piacere. L’impasto è molto semplice da realizzare e vi ricorderà un po’ una frolla; per la farcitura invece, vi consigliamo Nutella, marmellata oppure una crema fatta in 5 minuti a base di ricotta, gocce di cioccolato e zucchero quanto basta. Vediamo quindi come fare i ravioli di Carnevale!

Ingredienti per la ricetta dei ravioli di Carnevale (per 4 persone):

  • 300 g di farina 00
  • 40 g di zucchero
  • 2 uova
  • 75 g di latte
  • 30 g di burro fuso
  • la scorzetta di 1 limone
  • 1 pizzico di sale
  • olio per friggere q.b.
  • ricotta q.b.
  • gocce di cioccolato q.b.
  • marmellata q.b.

In una ciotola iniziate ad impastare la farina, lo zucchero, la scorzetta e il sale; poi, unite le uova sgusciate, il burro e il latte. Se necessario potete aggiungere più farina o altro latte: dovete ottenere un panetto omogeneo che si possa stendere con il mattarello. Ottenete quindi uno spessore di circa 2-3 mm e coppate tanti piccoli quadretti; farcite a piacere e, quando l’olio per friggere sarà ben caldo, tuffate 4 o 5 ravioli per volta (un minuto dovrebbe essere sufficiente).

6. Zeppole

zeppole
zeppole

Ci perdoneranno i napoletani, ma per i meno esperti potremmo definire questa ricetta davvero molto simile a quella delle graffe: la differenza principale la troviamo nell’assenza delle patate nell’impasto. Attenzione, però, a non sottovalutarle: le zeppole vi conquisteranno! Anche in questo caso, realizzando una ricetta veloce, abbiamo sostituito il lievito di birra classico con quello per dolci.

Ingredienti per le zeppole di Carnevale veloci (per 4 persone):

  • 400 g di farina 00
  • 100 ml di latte
  • 100 g di ricotta
  • 100 g di zucchero + quello per la copertura
  • 2 cucchiai di olio di semi
  • 16 g di lievito per dolci
  • olio per friggere q.b.

Unite farina e lievito setacciandoli, poi aggiungete il latte, la ricotta, lo zucchero e l’olio; impastate energicamente. Stendete con un mattarello fino ad ottenere uno spessore di circa 1 cm, poi coppate dei dischetti del diametro di circa 7 cm. Fate un foro al centro per il buco delle ciambelline e tuffate in olio ben caldo facendole dorare da entrambi i lati per 2-3 minuti. Prima di servirle passatele nello zucchero.

7. Tagliatelle di Carnevale

tagliatelle di carnevale
tagliatelle di carnevale

Forse meno conosciute, ma non per questo meno buone, sono le tagliatelle di Carnevale, una ricetta che in centro Italia (Emilia-Romagna in primis) conoscono molto bene. Come il nome lascia intuire, questo dolce non è altro se non una sfoglia tagliata appunto come il classico formato di pasta, poi arrotolata e fritta. Forse, tra tutti, è il più scenografico: perfetto per chi vuole provare qualcosa di nuovo senza però allontanarsi troppo dai dolci di Carnevale con i loro sapori caratteristici.

Ingredienti per i dolci di Carnevale veloci e originali (per 4 persone):

  • 200 g di farina 00
  • 2 uova
  • 1 pizzico di sale
  • 1 arancia
  • 50 g di zucchero a velo
  • olio per friggere q.b.

Per realizzare le tagliatelle di Carnevale impastate la farina 00, le uova e il sale. Quando avrà la giusta consistenza, stendete con il matterello fino ad ottenere un rettangolo della spessore di 1-2 mm. Spolverate con lo zucchero a velo e aggiungete la scorza dell’arancia grattugiata; arrotolate (come se fosse un classico rotolo) e ponete in freezer per una decina di minuti. Tagliate della fette dello spessore di 1 cm e tuffatele in olio caldissimo; servitele con abbondante zucchero a velo.

8. Cicerchiata

cicerchiata
cicerchiata

Tra le ricette dei dolci italiani tradizionali esistono molte versioni di questa delizia che, a seconda del periodo dell’anno e della zona di provenienza, assume un nome diverso. La versione carnevalesca degli struffoli napoletani è la cicerchiata abruzzese, che già alla vista ricorda molto i cugini di Natale. Certo non possiamo dire che la ricetta sia la stessa: siete curiosi di scoprire tutto sulla cicerchiata?

Ingredienti per la ricetta della cicerchiata (per 6/8 persone):

  • 500 g di farina 00
  • 6 cucchiai di olio di oliva
  • 6 uova
  • 6 cucchiai di zucchero
  • olio di semi per friggere q.b.,
  • 500 g di miele
  • palline colorate q.b.

Realizzate l’impasto unendo farina, olio, zucchero e uova. Stendete dei piccoli cordoncini, dai quali ricavare dei dadini di un centimetro circa. Tuffate le palline così ricavate in olio bollente e quando saranno dorate, scolatele appoggiandole su un foglio di carta assorbente. Intanto, fate scaldare il miele in un pentolino e solo quando sarà bello fluido aggiungete al suo interno i dadini della cicerchiata. Disponete sul piatto, dandogli la forma di una ciambella e completate con le palline di zucchero colorate.

Agite in fretta, mi raccomando: una volta che si solidifica diventa davvero duro, praticamente impossibile da modellare.

9. Crescionda

crescionda
crescionda

Vi abbiamo già accennato, le torte non sono i dolci di Carnevale più gettonati, ma è un vero peccato perché la crescionda, con il suo profumo intenso di cioccolato e amaretti riuscirà ad entrare nei vostri cuori (e nei vostri quaderni di ricette) anche una volta terminato questo periodo di bagordi.

Ingredienti per la ricetta della crescionda spoletina (per 6/8 persone):

  • 300 g di amaretti
  • 200 g di biscotti secchi
  • 100 g di burro
  • 4 uova
  • 80 g di cioccolato fondente
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 1 limone
  • 500 ml di latte
  • 1 bicchierino di rum
  • 1/2 bustina di lievito per dolci

Per realizzare questa ricetta facile e golosa tipica di Spoleto sbattete in una ciotola uova, zucchero e latte (aggiunto gradualmente). Completate con il burro fuso freddo, la scorza del limone grattugiata e il cioccolato tritato. Tritate amaretti e biscotti secchi e incorporateli al resto degli ingredienti, unite anche il lievito per dolci e il rum. Cuoce a 190°C in circa 35 minuti.

10. Frittelle di riso

frittelle di riso
frittelle di riso

Badate bene: la ricetta delle frittelle di riso non va certo confusa con quella delle castagnole che abbiamo visto poco fa. La differenza sostanziale ce la suggerisce il nome stesso: l’ingrediente imprescindibile è proprio il riso (noi vi consigliamo il carnaroli). Inoltre, questa ricetta, è tipica anche della festa del papà.

Ingredienti per la ricetta delle frittelle di riso (per 6/8 persone):

  • 500 g di riso carnaroli già cotto
  • 3 uova
  • 2 tuorli
  • 6 cucchiai di zucchero
  • 3 cucchiai di farina 00
  • lievito in polvere q.b.
  • olio di semi per friggere q.b.
  • zucchero a velo q.b.

In una terrina, unite tutti gli ingredienti. Aggiungete, se necessario, altra farina: dovete ottenere un impasto malleabile e sodo. Fate dei salamini e tuffateli man mano in una padella con dell’olio bollente. Quando saranno dorate potete sollevarle, farle asciugare per bene sulla carta assorbente e ricoprirle di zucchero a velo.

Potete gustarle appena fatte, così come sono, oppure aggiungere dei ciuffetti di crema pasticcera. Se scegliete quest’ultima strada, però, vi consigliamo di farcirle al momento, altrimenti con il passare del tempo perderanno fragranza assordendone l’umidità.

4/5 (2 Reviews)
TAG:
Carnevale

ultimo aggiornamento: 29-01-2021


Torta Daim dell’Ikea: l’irresistibile dolce con mandorle e cioccolato da preparare anche a casa

I biscotti light sono quelli che potete mangiare sempre senza sentirvi in colpa: ecco la ricetta